Napoli, rapina per Milik: danno di 27.000 euro

Milik Napoli rapina/ Nella giornata di ieri è stata resa nota la notizia relativa alla rapina subita dall’attaccante del Napoli Arek Milik. Il centravanti polacco, mentre tornava a casa, è stato fermato e rapinato del suo Rolex, il tutto a pochi passi dalla sua abitazione presso Varcaturo, zona fuori Napoli centro. Il danno al polacco è stato di circa 27.000 euro, oltre ovviamente ad un grandissimo spavento.

Nella serata di ieri l’ex attaccante dell’Ajax ha voluto smorzare i toni con una foto su Instagram dove ha scritto: “Una notte quasi perfetta”, ironizzando su quello che gli era appena accaduto.

Milik nella giornata di ieri si è presentato normalmente all’allenamento per preparare la sfida di domenica al Sassuolo. I rapinatori – immaginano le persone a lui vicine – aspettavano Milik sapendo che sarebbe tornato a casa a tarda notte e che la zona isolata li avrebbe favoriti.

Le parole del questore di Napoli

Il questore di Napoli, Antonio De Iesu, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Marte in merito alla questione: “L’area dove vive il polacco è estremamente estesa e non è facile controllarla. Si tratta di una zona periferica molto isolata. A Napoli puoi attraversare ogni quartiere sensibile con jeans e maglietta senza essere toccato, ma è bene sapere che gli orologi sono appetibili. Stiamo lavorando attentamente, ma al 90% sono napoletani ad aver rapinato Milik, napoletani del centro della città“.