Ultime Juventus, Alex Sandro: “Anche il Napoli è fortissimo. Rinnovo? Non ci penso”

Ultime Juventus Alex Sandro | Alex Sandro, terzino della Juventus, ha parlato in mixed zone al termine della gara vinta con il Napoli. Ecco le sue dichiarazioni: “È stata una vittoria importantissima in uno scontro diretto. Era una sfida che valeva sei punti per noi e credo che abbiamo fatto molto bene”.

Sul gap col Napoli: “Secondo me Juventus e Napoli saranno vicine fino al termine della stagione. Sono due squadre fortissime che lavorano tanto e che fanno sempre bene”.

Sul rinnovo: “Io penso solamente al contratto che ho adesso”.

Sui cori contro il Napoli: “Non ho visto né sentito niente”.

Calciomercato Juventus rinnovo Mario Mandzukic
La cronaca del match

Allegri punta sul suo tridente e su un centrocampo fisico con Emre Can e Matoudi a sostegno di Pjanic, con due terzini offensivi come Alex Sandro e Cancelo. Ancelotti decide per la tecnica, con Hamsik in regia e Mertens da prima punta. Comincia subito forte il Napoli. Dalla distanza Zielinski colpisce un palo al 6′ ed al 10 gli azzurri riescono a sbloccare la partita: al 10′ Allan recupera un pallone in maniera splendida sfruttando un’indecisione di Bonucci, palla in profondità per Callejon che a sua volte mette in mezzo per Mertens che deve solo accompagnare in rete. A poco a poco però i bianconeri trovano sicurezza e aggressività, rendendosi sempre più pericolosa. Il pareggio arriva al 26′: azione personale di Ronaldo che supera con una finta Hysaj, crossa al centro per Mandzukic che di testa insacca. Dopo un minuto un’altra clamorosa azione della Juventus: punizione potente di Ronaldo che Ospina respinge, sul tap in si avventano Chiellini e Pjanic ma alla fine Koulibaly mette in angolo. Inizia poi la ripresa con i bianconeri roboanti rispetto agli avversari, dopo 4′ infatti arriva la rimonta con un altro gol di Mandzukic sulla respinta di un paolo colpito da Cristiano Ronaldo. Le cose per gli uomini di Ancelotti si mettono ancora più male quando al 58′ il terzino sinistro Mario Rui viene espulso. Girandola di cambi da ambo le parti ma le cose non mutano fino al 76′ quando, da un cross, CR7 prolunga per Bonucci che non deve far altro che segnare. Giochi chiusi, la Juventus allunga sulla diretta avversaria.