Genoa, Ballardini presenta la sfida di domani con il FrosinoneGenoa Davide Ballardini

Ultime Genoa Ballardini conferenza/ Davide Ballardini, allenatore del Genoa, è intervenuto in occasione di conferenza stampa in vista della partita di domani con il Frosinone. Queste le dichiarazioni dell’ex tecnico del Palermo.

Come ci si arriva alla gara di Frosinone? “Abbiamo fatto una bella partita e adesso bisogna che ci ricarichiamo perchè andremo a giocare contro una squadra fortemente carica, piena di rabbia, di voglia. Il Frosinone è una società molto seria che vuole fare molto bene, hanno acquistato giocatori con tanti campionato di A alle spalle. Tutte queste sono difficoltà forti da superare. Il Frosinone nelle cinque gare che ha fatte, ha incontrato Juve, Lazio, Roma, col Bologna se l’è giocata. Forse hanno magari sbagliato la partita in casa con la Sampdoria. Per il Frosinone il campionato inizia domani e loro ce la metteranno tutta e se noi non ce la mettiamo tutta soccombi contro tutti”.

Veloso si sta allenando con voi? “Lui intanto è libero. Questo è un ambiente che conosce, noi conosciamo lui. E’ un ragazzo serio, ha qualità e quindi è qui, si allena, si prepara perchè magari c’è la possibilità per lui di prepararsi per avere una possibilità. Che sia qui o sia da un’altra parte si vedrà in un secondo momento. L’idea sua è di rimettersi apposto per essere pronto ma non sono stati fatti altri ragionamenti”.

State crescendo dal punto di vista del gioco. “Dal punto di vista del gioco c’è stato un crescendo, a parte la gara con la Lazio dove abbiamo fatto poco bene tutti. E’ un dato importante perchè segnala la crescita della squadra. E’ un segnale forte perchè creiamo situazioni pericolose. Dall’altra parte bisogna che, come squadra, siamo più attenti, equilibrati e compatti nella riconquista della palla”.

Le voci che ci sono attorno a Piatek? “Se vuole diventare così bravo deve convivere con tutto questo. Lui si allena bene, è molto serio. Non credo ci sia questo tipo di difficoltà però lo vedremo. Siamo all’inizio. Piatek non ha ancora fatto niente. Ha fatto tanto però nulla rispetto a quanto può fare da qui in avanti”.