CONI, Malagò: “Mancini non si tocca, mi fido di lui”Italia Roberto Mancini Formazione

Giovanni Malagò, presidente del Coni, ha parlato delle difficoltà evidenziate dalla Nazionale di Mancini nelle prime due uscite di Nations League come riportato da La Repubblica:

“Noi puntiamo sempre a fare risultato perchè siamo l’Italia, è giusto che ognuno faccia le sue critiche ma su Mancini non si può mettere in dubbio la sua validità: ho molta fiducia nell’uomo Mancini e sto dalla sua parte. 

È un progetto che deve essere visto nel lungo periodo, anche se sappiamo che ci sono delle scadenze sull’Europeo del 2020 che sono importanti e credo che anche i molti esordienti siano un segnale preciso per rendersi conto dei giocatori su cui fare veramente affidamento. Le sue accuse sono ineccepibili e sacrosante, giustamente Mancini vede le cose dal suo punto di vista”.

CONI, Mancini resta anche in caso di retrocessione

Solo 1 punto in due partite raccolto dall’Italia nelle prime partite disputate nella Nations League. 

Mancini non è partito bene dal punto di vista dei risultati, ma non del proggeto. L’Italia dispone di una rosa non competitiva e il ct sta provando a trarne il meglio.

Per questa ragione ad oggi la posizione dell’ex allenatore dell’Inter è saldissima. Il ruolo di Mancini è quello di creare la base per una nazionale potenzialmente in grado di lottare ad armi pari con le altre selezioni. Ma per fare in modo che tutto questo si realizzi, sarà necessario parecchio tempo, ovviamente ragionando in ottica futura.

Nella peggiore delle ipotesi, la Nazionale azzurra verrebbe retrocessa in seconda divisione, con altre selezioni che dispongono di un Ranking FIFA minore. Anche in tal caso, Mancini verrebbe riconfermato ct.