Barcellona, la magistratura vuole riaprire il caso Abidal: traffico di organi e false certificazioni

| 29/08/2018 21:40

Barcellona, la magistratura vuole riaprire il caso Abidal: traffico di organi e false certificazioni

Barcellona Abidal traffico di organi | L’ex difensore del Barcellona Abidal, da quest’anno Team Manager dei blaugrana, nel 2012 subì un trapianto di fegato per colpa di un cancro che gli stava costando la carriera e la vita. L’operazione riuscì alla perfezione e il calciatore potè tornare a giocare, fino al 2014.

notizie Barcellona Abidal traffico di organi

Un trapianto che però in Spagna aveva destato qualche sospetto, tanto da aprire un’inchiesta per un “acquisto illegale” di un fegato per il calciatore, mentre ufficialmente risultava essere il cugino il donatore. Una versione quest’ultima messa in dubbio di recente e che ha fatto riaprire il caso.

Un magistrato di Barcellona vorrebbe infatti riaprire il caso per presunti reati di traffico d’organi e false certificazioni. A riportare la notizia Radio Cadena SER, spiegando che il giudice potrebbe coinvolgere nell’indagine l’ex difensore e l’ex presidente del Barcellona Sandro Rosell, nonché l’Avvocatura dello Stato in rappresentanza della Organizzazione nazionale trapianti (Ont).

Ultime Barcellona, Paco Alcacer passato Borussia Dortmund

Il Barcellona nel frattempo sta per concludere il suo mercato estivo e di recente si è liberato del centrocampista spagnolo classe 1993 Paco Alcacer, passato al Borussia Dortmundcon la formula del prestito per un anno con diritto di riscatto  fissato a 23 milioni di euro più bonus.


Continua a leggere