Napoli, Mario Rui: “Vogliamo vincere lo scudetto e battere Cristiano Ronaldo. Milan più forte, noi più maturi”

| 23/08/2018 15:40

News Napoli, Mario Rui: “Vogliamo vincere lo scudetto e battere Cristiano Ronaldo”

News Napoli Mario RuiMario Rui, terzino del Napoli, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco le sue dichiarazioni:

Se Lazio-Napoli è stata importante: “Molto, visto che nel precampionato si diceva che non stavamo facendo benissimo, ma ci poteva stare in quel momento dopo una preparazione dura. Le gambe non andavano al massimo, invece a Roma siamo arrivati, dopo i primi 20-25 minuti dove non abbiamo fatto bene, abbiamo mostrato che il Napoli c’è e ci sarà. Quest’anno se continuiamo su questa strada possiamo fare bene, speriamo sia ancora più bello dell’anno scorso: lo speriamo tutti”.

Su come sia lavorare con Ancelotti: “Molto bello, non lo conoscevo, conoscevo solo la sua storia e i suoi successi. E’ stata una sorpresa, abbiamo trovato una persona umile e ci trasmette grande serenità”.

Se il gioco di Ancelotti è perfetto per i terzini: “E’ vero, mi aiuta. Il mio agente parla sempre bene di me, è vero che spingiamo di più io e Hysaj, la cosa importante è che lavoriamo comunque sull’equilibrio: se attacchiamo con i due terzini, rimane qualcuno dietro a coprire”.

Sul gruppo compatto: “Lo è sempre stato, anche l’anno scorso: mi sembra di essere a Napoli da tanti anni, è questo il gruppo che c’è qui, accogliente e caloroso. C’è tanta amicizia tra noi, penso si veda anche in campo”.

Sul Milan: “Sono più forti dell’anno scorso, abbiamo visto le loro amichevoli, la gara col Real: sono forti con grandi individualità, sarà una gara difficile ma spero che i tre punti restino a Napoli”.

Scudetto possibile? E la Champions?

Su questa stagione: “Vorrei migliorare lo scorso anno, è stato un anno positivo: non siamo riusciti a vincere il campionato ma ci siamo andati vicino. Spero di migliorare e crescere, chissà che quest’anno non vada meglio dell’anno scorso”.

Su Cristiano Ronaldo: “Fa molto bene al calcio italiano, dall’estero ci stanno guardando di più. Penso che quest’anno, anche per come si sono rinforzate le altre, può essere un campionato bellissimo più di altri anni. Poterlo affrontar è motivo di orgoglio, ti motiva e ti carica: credi veramente che tu possa batterlo, anche se non sarà facile, noi cercheremo di farlo”.

Se il Napoli è più maturo: “Sì, può darsi: cresciamo da tanti anni, si può dire che siamo più maturi. Con Sarri la squadra è migliorata ogni anno, lo faremo anche con Ancelotti”.

Ultime Milan ReinaSu Reina: “Sarà un avversario ma sarà molto bello, è un amico vero che si può dire un fratello e quasi un papà per me: sarà una grande emozione e mi farà tanto piacere vederlo”.

Su Suso: “Poter affrontare questi giocatori è sempre bello, più forti sono meglio ti prepari e più ti carichi. Non sarà facile, ma cercheremo di non fermare solo Suso, ma cercare di fermare tutto il Milan”.

Sul campionato: “Sì, sarà più stimolante e avvincente: l’anno scorso c’erano due squadre che lottavano per lo scudetto, quest’anno saranno più di due, forse 5 che se la giocheranno. Sarà uno dei campionati più belli”.

Sulla Champions: “E’ un obiettivo, è la competizione più importante per club: vogliamo fare il massimo possibile e migliorare l’anno scorso”.

Se può ancora migliorare: “Secondo me posso fare ancora meglio la fase offensiva, ho acquisito fiducia e mi sento molto meglio dell’anno scorso: potrò fare molto di più là davanti quest’anno”.

Su Milik: “Lavoriamo spesso sulle sovrapposizioni sull’esterno e sui cross, l’importante è che si attacchi bene l’area di rigore avversaria”.

Su Allan: “Ormai non mi stupisce più, mi sembra che faccia la solita partita sempre, da quando ci gioco insieme per me è sempre lo stesso Allan: dal 1′ al 90′ è sempre lo stesso”.


Continua a leggere