Il direttore dell’area tecnica del Milan Leonardo, ha parlato del calciomercato rossonero nel giorno della presentazione di Castillejo, Bakayoko e Laxalt

Calciomercato Milan Leonardo | Il brasiliano ex centrocampista ha toccato diversi temi durante la presentazione dei 3 nuovi acquisti. A cominciare da un colpo mancato: “Mai stata una trattativa per Milinkovic-Savic, con Kezman ho parlato e non lo nego, ma una trattativa non è mai partita. Sapevamo sin dall’inizio che oggi non è fattibile, un giocatore dal costo altissimo che non entra nei paletti che abbiamo messo noi e dalla UEFA”.

Sulla corsa scudetto: “Non è scontata. Un giorno i cicli finiscono. La Juve sarà concentrata molto sulla Champions. L’Inter si è rafforzata in modo importante, la Roma può mantenere i ritmi di prima. La Lazio ha fatto bene, al Napoli c’è Ancelotti e anche noi siamo competitivi. Noi dobbiamo organizzare questa squadra, ma non vedo questa differenza così importante e dovremo creare una sintonia. La serie A sta tornando ad avere appeal, anche se oggi vale meno della Liga a livello economico. Ci vuole un’organizzazione globale”.

Ultime Milan, Leonardo “si difende”

Se l’operazione in prestito con diritto di riscatto di Andrè Silva prevede un obbligo di riscatto ‘mascherato‘: “Qua non c’è niente di mascherato. Noi facciamo i nostri contratti esattamente come sono e non c’è niente di mascherato. Se ti riferivi all’operazione con Higuain è un prestito con diritto di riscatto. Come per Bakayoko e per Andrè Silva. E’ una formula molto comune ad oggi per una serie di motivi, anche per noi che stiamo ricominciando un percorso con la nuova proprietà e che ci permette di fare delle scelte quest’anno. E’ sempre stata molto chiara con tutti, con Mino e con tutti gli altri. Cerchiamo di avere un’identità presente in ogni trattativa”.

Sul lavoro in tandem: Io e Paolo ci completiamo molto. Abbiamo caratteristiche e storie diverse. Siamo complici di qualcosa di bello e siamo molto uniti. Penso che, ala fine, la nostra grande forza sia l’ammirazione reciproca. Questa è la base della nostra gestione. In ogni momento di trattativa, siamo stati sempre presenti e penso che tutto abbia funzionato molto bene”.