Ozil lascia la Nazionale tedesca: “Razzismo nei miei confronti”

| 22/07/2018 21:40

Mesut Ozil lascia la Germanzia. O meglio la Nazionale tedesca: “Trattamento non bello da parte della DFB, mi sento indesiderato. Razzismo nei miei confronti”

Mesut Ozil lascia la Germania

Mesut Ozil Germania | Una sorpresa che scuote tutto il calcio tedesco: Mesut Ozil non giocherà più con la Nazionale tedesca. Decisione arrivata dopo le recenti polemiche per una foto scattata in compagnia del connazionale Gundogan e del premier turco Erdogan prima dei Mondiali, che aveva creato scalpore nell’opinione pubblica tedesca.

La clamorosa eliminazione al primo turno della ‘Mannschaft’ è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso: tante accuse a Ozil per le sue prestazioni incolore sul campo da gioco e la nomina a capro espriatorio per un fallimento epocale.

Le parole di addio di Ozil

Il trequartista dell’Arsenal ha annunciato l’addio alla Nazionale con una lunga lettera pubblicata sul suo profilo Twitter: Il trattamento ricevuto dalla DFB e da molti altri non mi fa più desiderare di indossare la maglia della Germania

Mi sento indesiderato – continua Ozil – e credo che quanto fatto sin dal 2009 quando esordii in campo internazionale sia stato dimenticato. È con un cuore pesante e dopo molte considerazioni che, a causa degli eventi recenti, non giocherò più per la Germania a livello internazionale. Ho sentito razzismo e mancanza di rispetto nei miei confronti“.

Attacco alla Federcalcio tedesca: “Questa decisione è stata difficile da prendere perché ho sempre dato tutto per i miei compagni di squadra, per lo staff tecnico e per tutti i nostri tifosi. Alti funzionari della DFB hanno mancato di rispetto per le mie radici turche trasformando questa vicenda in mera propaganda politica, direi che è abbastanza”.

“Non è per questo che gioco a calcio e non mi schiererò e non farò nulla a riguardo: il razzismo non dovrebbe mai essere accettato”.


Continua a leggere