Spagna, Iniesta dice addio: “Speravo in una fine diversa”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:58

Iniesta, per tutti Don Andrés, dice basta. Dopo l’addio al Barcellona arriva quello alla Nazionale: la sua avventura termina con Russia-Spagna

iniesta addio nazionale spagna

Iniesta addio Nazionale Spagna | Don Andrés dice basta. Dopo aver vinto solo 1 Mondiale (2010) e 2 Europei (2008, 2012), uno dei giocatori più geniali di sempre saluta la Nazionale spagnola. Otto anni fa, Iniesta spingeva in rete il pallone che valse la vittoria contro l’Olanda nei Mondiali sudafricani, oggi lascia le Furie Rosse. “È stata la mia ultima partita con la Nazionale”, ha affermato il genio spagnolo al termine della partita, “una storia incredibile finisce qui, anche se non come speravo. È un momento arduo,sappiamo già cosa significa visto che ci siamo già passati e ci siamo dimostrati capaci di superare le avversità. Ci siamo sempre mostrati all’altezza delle situazioni e, anche se speravo in un finale migliore, bisogna capire che il calcio significa anche questo”

Quanto al futuro, Iniesta crede in una rinascita della Spagna, anche se ciò non sarà facile: “Ciò che importa è rivedere la via della vittoria. Sembra facile, ma non lo sarà. Sono comunque sicuro che la Nazionale proseguirà, ci sono giocatori di buon livello. Dire che l‘addio di Lopetegui è stata la causa principale della nostra eliminazione corrisponderebbe a voler trovare un alibi. Tante cose hanno inciso sicuramente in questo risultato, ma la palla tra i piedi l’avevamo noi calciatori e dobbiamo assumerci le nostre responsabilità”.