Agente Yaya Tourè: “Guardiola come un cane? Macché, il cane è amico dell’uomo”.

Agente Yaya Tourè Guardiola

Agente Yaya Touré Guardiola | Parole che definire al veleno è dire poco quelle di Dimitri Seluk, agente di Yaya Tourè, contro Pep Guardiola ai microfoni di sport24.ru. Il procuratore ha riversato tutta la sua rabbia dopo le parole dello stesso centrocampista ivoriano contro il tecnico del Manchester City“Nessuno conosce Pep come Yaya. Hanno lavorato insieme al Barcellona e al City. E non si può dire nulla di buono sulle sue qualità umane. Il suo arrivo a Manchester venne annunciato quando in panchina c’era ancora Pellegrini, per il timore di vedergli vincere la Premier e rivivere la stessa esperienza del Bayern. Quando non riuscì ad eguagliare Heynckes”.

Il duro attacco a Guardiola

“Raiola lo ha paragonato a un cane? Macché. Il cane è buono, amico dell’uomo. Lui è nemico degli uomini per natura. E’ pericoloso. Quando Yaya gli comunicò a Barcellona che sarebbe andato al City non la prese bene. Meglio non ripetere gli epiteti utilizzati nei confronti di Mansur e Khaldun. Se pensano che Pep li ami si sbagliano di grosso. Lui vuole solo i loro soldi”.

“Il trattamento che ha riservato a Yaya non è un errore umano, ma un crimine che avrà delle conseguenze. Scoprirà cosa sono gli stregoni africani. Ricordatelo bene. Così come il Benfica soffre della maledizione di Bela Guttman, per cui non riesce a vincere le finali europee, Guardiola potrà avere tutti i soldi che vuole, ma batterà questo record negativo”.

Calciomercato24.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui