Luciano Spalletti, allenatore dell’Inter, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alle varie voci di mercato e agli obiettivi della prossima stagione

Tutte le sere ho un confronto con il direttore sportivo Piero Ausilio, che mi racconta le cose come sono andate. Ci sono delle cose che si fanno e che purtroppo non dipendono da noi. Quando ci siamo lasciati abbiamo organizzato quello che fosse il probabile futuro nel quale c’è Mauro con la maglia numero 9. Nella prossima stagione l’Inter farà molti più gol di quest’anno, per cui trovare un altro che faccia più di quello che ha fatto lui non sarebbe facile per niente. Ma se uno viene, ti paga ciò che deve pagare e il giocatore vuole andare, poi diventa superfluo quello che è il tuo pensiero”. 

Sull’obiettivo Scudetto nella prossima stagione

“Scudetto? Abbiamo ancora diversi punti di distanza da quelle squadre che sono in cima, Juventus e Napoli. Per meriti nostri abbiamo accorciato un po’ nei confronti della Roma, ma quelle due sono squadre fortissime. Il prossimo campionato me lo immagino lottato come quello di quest’anno perché ci sono delle forze che si equivalgono. Lo vedo con dentro l’Atalanta, la Lazio, il Milan che quest’anno è rimasto fuori. E poi c’è sempre qualche allenatore che sa organizzare il gioco di squadra e riesce a fare punti creando difficoltà alle squadre più forti. Vedi, per esempio, Marco Giampaolo con la Sampdoria”.