Roberto Inglese, attaccante di proprietà del Napoli, ha rilasciato una lunga intervista ai taccuini del Corriere Dello SportChievo Verona Roberto Inglese meritare Napoli

“Napoli? Mi sento pronto per avere questa possibilità. Non so se sarò all’altezza sotto l’aspetto tecnico perché nella mia carriera  sono sempre stato con squadre che lottavano per salvarsi, dunque un gioco molto diverso da quello che propongono gli azzurri. Farò di tutto per meritarmi un’occasione questa maglia, se il campo dirà che non sono capace di stare a questo livello allora ne prenderò atto. Essere stato acquistato dal Napoli non ha minimamente influito sulla mia stagione. Non volevo togliere importanza al Chievo, ora invece posso concentrarmi e far vedere a tutti che in questo Napoli posso starci.

“Sarri-Ancelotti? Sarri in queste stagioni ha fatto giocare al Napoli un gran calcio e sfidare gli azzurri è stato sempre difficile. Chi lo ha sostituito però è un grandissimo allenatore. Per Ancelotti parlano la carriera e i trofei che ha vinto. Scudetto? Lo avrebbero meritato gli azzurrì perché hanno espresso un calcio superiore a tutti e anche negli scontri diretti hanno mostrato la loro forza”.

Su Koulibaly, Insigne e la mancata cessione a gennaio

“Secondo me è il più forte difensore del campionato. Ammiro molto lui e Insigne per la sua classe, la tecnica e il modo che ha di servire i compagni. L’ho conosciuto in Nazionale e in allenamento ho capito ancora meglio quanto è bravo”.

Perché a gennaio non è andato al Napoli? 
“Io mi sono tirato fuori perché non volevo fare un torto a nessuna delle due società. Alla fine, complice un piccolo infortunio, sono rimasto al Chievo e ho dato il mio contributo per restare in A”.

Calciomercato24.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui