Javier Pastore non andrà ai Mondiali in Russia: il centrocampista del PSG è uscito dal giro della Nazionale argentina ma proprio per questo potrebbe rientrare nei progetti dell’Inter

Calciomercato Inter, Pastore

Inter Pastore Trattativa | Una sentenza spietata per il Flaco, che paga una stagione opaca, molto spesso al centro di trattative di mercato mai andate in porto, come quella che lo accostava all’Inter a gennaio. E ora il giocatore, che tra poco andrà in scadenza di contratto col PSG, torna prepotentemente di moda come occasione di mercato per l’Inter stessa e magari qualche outsider sempre dall’Italia. Lui, Pastore, in Serie A è pronto a tornare di corsa. Dopo l’arrivo di Neymar e Mbappè, quello che è stato uno dei primi acquisti importanti di Al-Khelaifi è diventato un vero e proprio esubero data l’abbondanza in attacco. Sono serviti 42 milioni, nel lontano 2011 agli sceicchi per assicurarsi il talento dell’italo-argentino che proprio per via delle sue origini italiane scelse il nostro campionato a fronte delle richieste del Porto e del Chelsea.

Torna di moda l’Inter

Tra queste c’è sicuramente l’Inter. I nerazzurri già a gennaio avevano provato l’affondo forti della conoscenza del “Flaco” con il direttore tecnico Sabatini, ma il PSG ha alzato il muro, anche perché c’era l’interesse a monetizzare. Da gennaio è cambiato molto: Sabatini non è più il direttore tecnico dell’Inter, i nerazzurri hanno un nome in cima alla lista dei desideri (Rafinha), il PSG potrebbe abbassare il muro, anche in virtù del fatto che l’argentino ha un contratto in scadenza a giugno 2019. Se il Barcellona non facesse sconti per il brasiliano, Ausilio potrebbe bussare nuovamente alla porta degli sceicchi per riportare in Serie A il “Flaco”. Sempre che non ci siano sorprese…