Napoli, De Laurentiis: “Sarri? Il produttore è più importante del regista. Se vinciamo le prossime due, lo Scudetto ce lo hanno tolto”

| 10/05/2018 14:20

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, è intervenuto in occasione della conferenza stampa in vista del ritiro degli azzurri che ci sarà a Dimaro a luglio

Queste le dichiarazioni del numero uno azzurro

Su Sarri. “Auguriamoci che rimanga, nutro meno dubbi di voi sul suo futuro. Non posso costringere le persone con la forza a restare. Noi abbiamo un appuntamento settimana prossima, lui ora deve preparare la partita fuori casa con la Sampdoria poi penseremo al futuro, insieme o no. Io sono sereno, tranquillo, non preoccupato. Sarri l’ho scelto io, contro il parere di tutti, tra l’altro se proprio vogliamo ricordarlo. Credo che abbia fatto tre anni importanti, ma c’è sempre uno scambio e una reciprocità. Non credo che lui possa lamentarsi, anche lui ha fatto un salto di qualità grazie a noi. Se vanno via tutti vuol dire che incassiamo un miliardo e ognuno per conto suo. Il progetto del Napoli continuerà alla grande come sempre”.

Sui rapporti con gli altri allenatori. “Noi vincevamo anche prima, con giocatori di minor livello e con un monte salariale di un terzo o un quarto siamo arrivati secondi con Mazzarri. Lui e Benitez non se ne sono andati via per brutti rapporti con me, Mazzarri voleva andare alla Juve dopo due anni, l’ho fatto rimanere per altri due. Dopo quattro anni un progetto si può anche chiudere. E ho detto può, non “deve”. Benitez invece aveva un contratto annuale con opzione per il secondo e lui pensava che non l’avessi esercitato, tanto che ebbe problemi con la moglie. Tutte le pedine in campo sono andate bene, la società è portante in ogni attività: il produttore è più importante del regista. Noi cerchiamo di condurre l’azienda nel miglior modo possibile”.

Sullo Scudetto “scippato”..

Vediamo se vinciamo le prossime due partite e avremo questi famosi 8 punti di vantaggio, vediamo se diremo “strunz” o non lo diremo più. Perchè se le vinciamo entrambe allora qualcuno ce lo avrà levato lo scudetto. Qualcuno ce li avrà levati questi 8 punti o non vogliamo dire le cose come stanno? Un problema dell’Italia è questo, stanno tutti in perenne silenzio senza raccontare la realtà dei fatti. Tutto ciò ermette che ci sia la camorra, la mafia, la mafia di stato. E’ il paese più inquinato che esiste al mondo… è colpa nostra però”.


Continua a leggere