Pantaleo Corvino, direttore generale dell’area tecnica della Fiorentina, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai giornalisti presenti a margine dell’evento Scuola e Sport

Spal-Atalanta, Corvino

Fiorentina Corvino | Quando parla un personaggio del calibro di Corvino, il calciomercato non può che essere l’argomento principale. A cominciare dal futuro di Sportiello: “Nel complesso le valutazioni sono positive, non possiamo valutare un calciatore dopo una gara, si giudica ogni giocatore in base alla stagione disputata. La stagione della Fiorentina è stata impegnativa fin dall’inizio, abbiamo dovuto cambiare tanto: mancano cinque giornate e siamo in lotta per l’Europa, dispiace aver raccolto poco nelle ultime due partite. Essere ancora qui a lottare per un posto in Europa, significa che tante cose sono state fatte bene”.

Sulle recente partita con la Lazio: A volte certi dirigenti di certe squadre sono troppo furbi. Oltre a preparare bene le squadre preparano bene la comunicazione. Fanno sembrare che i danni subiti dalle altre squadre li subiscono loro. Lo scorso anno, dopo l’Inter,  parlai di Damato non l’abbiamo più avuto per un anno. Ebbi qualcosa da ridire e l’avrei anche stavolta, ma oggi non lo voglio fare. Dobbiamo concentrarci sulla prossima partita che è domani. Il giudice per l’udienza preliminare di Firenze ha assolto Andrea e Diego Della Valle e la Fiorentina per l’accusa di falso in bilancio per le vicende di calciopoli? Voglio dire solo una cosa: avevate dubbi? Noi nessuno, siamo sempre stati certi delll’assoluta estraneità della Fiorentina”.