Dopo la sconfitta della Lazio contro il Salisburo, Simone Inzaghi ha il difficile compito di non far distogliere l’attenzione dei suoi dall’obiettivo in campionato

Salisburgo Lazio Inzaghi | Intervenuto ai microfoni di Sky Sport nel post partita, il tecnico biancoceleste ha dichiarato: “Una volta andati in vantaggio abbiamo subito preso l’1-1 e c’è stato un blackout che non ci voleva, avevamo la qualificazione in pugno. C’è amarezza ma domenica abbiamo subito una grande chance che è il derby, dobbiamo recuperare energie fisiche e mentali. Abbiamo avuto lo stesso numero di occasioni, loro hanno segnato e noi no. Ci servirà da lezione per crescere. Abbiamo preso 4 gol di cui 2 autoreti, nel calcio succede. Abbiamo avuto l’occasione di sistemare la partita ma non l’abbiamo fatto, è stata una bellissima cavalcata condivisa con ragazzi e tifosi, che anche erano tantissimi. Il Salisburgo ha meritato la semifinale“.

Testa al campionato

Eravamo sotto nel punteggio, ho inserito Felipe Anderson perché volevo il secondo gol che ci avrebbe permesso di passare il turno. Sull’occasione di Luis Alberto abbiamo preso il loro gol. Non abbiamo gestito, nel primo tempo abbiamo sofferto poco o nulla. La differenza è stata che noi abbiamo sbagliato qualcosa davanti, all’andata ci sono stati due gol fortuiti. Dovevamo essere più forti di tutto questo, abbiamo avuto le opportunità di passare il turno ma non è accaduto. Dobbiamo ripartire da questa partita, sono sicuro che sarà una crescita per i miei tanti ragazzi giovani alla prima esperienza in Europa. Loro non hanno mollato, sono riusciti a rimettersi subito in gara e hanno conquistato la qualificazione con onore. Ripercussioni? C’è delusione ma dobbiamo essere fieri del nostro cammino in Europa e in campionato. Mancano 7 partite, nessuno ci ha regalato niente, ci giocheremo le nostre chance per raggiungere una posizione importante a fine stagione“.