Lazio, Inzaghi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Salisburgo.

lazio inzaghi

Lazio, Inzaghi | Il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, ha parlato in conferenza stampa, alla vigilia della sfida tra i biancocelesti e il Salisburgo per i quarti di finale di Europa League. Il primo argomento e’ stato proprio inerente al sorteggio. Che, pero’, secondo Inzaghi, e’ stato tutt’altro che benevolo. “Troveremo una squadra forte e organizzata. Che in Europa e’ ancora imbattuta ed e’ uscita dalla Champions solo per differenza reti. Non ha mai perso contro Real Sociedad, Borussia e Marsiglia. Non e’ arrivata ai quarti per caso. Se la Lazio sara’ piu’ forte dovremo dimostrarlo sul campo”. Li’ dove il tecnico conta di recuperare alcuni assenti delle ultime sfide. “Radu e Lulic ce la faranno, anche se manca ancora l’allenamento di oggi. Lukaku e’ indisponibile. Milinkovic sta meglio e partira’ dall’inizio”.

Ultime Lazio: le parole di Inzaghi

Insomma, tutte le attenzioni su una sfida che e’ importante anche al di la’ della possibilita’ di raggiungere la Champions. “Siamo a un opasso dalle semifinali. L’Europa League e’ un obiettivo importante, l’anno scorso abbiamo dato tutto per tornarci e la stiamo onorando. Spero che i nostri tifosi ci diano una mano in uno stadio esaurito. Dovranno essere il nostro dodicesimo uomo. Ho giocato una semifinale da calciatore, mi piacerebbe raggiungerla da allenatore”.

“Stanchi? Non credo alla stanchezza fisica, puo’ esserci quella mentale. Dovremo interpretare la partita nel modo giusto. Abbiamo rispetto per il Salisburgo, ma non timore. Favoriti? Entrambe le squadre hanno le stesse possibilita’, spero che gli episodi siano dalla nostra parte. Dovremo sbagliare il meno possibile”. Inzaghi domani festeggera’ sia il suo compleanno che due anni da tecnico della Lazio. “Sono stati intensi e ricchi di soddisfazione. Abbiamo vinto un trofeo, speriamo ce ne siano altri”.