Manchester United, Mourinho perde la pazienza con Pogba

| 23/02/2018 10:05

Manchester United, Pogba rompe con Mourinho

Il centrocampista del Manchester United, Pogba, è arrivato ai ferri corti con il tecnico José Mourinho. É bastato un semplice McTominay, ventunenne prodotto dell’accademia del Manchester United, per sostituire uno dei giocatori più pagati della storia del calcio. Prigioniero di una valutazione superiore ai 100 milioni di euro, bonus compresi, Pogba, complici gli infortuni degli ultimi mesi, sta vivendo la sua stagione più difficile. Ecco allora il dibattito planetario, in cui qualcuno attribuisce un filo di responsabilità a Mourinho. La tesi è che il calcio dello Special One non esalterebbe le caratteristiche dell’ex juventino. In generale, l’imputato numero uno resta però il diretto interessato. La lettera scritta in Nigeria merita la citazione: «Pogba ha i colpi dei grandissimi del ruolo come Pirlo e Scholes. I suoi problemi sono essenzialmente due: l’incostanza e la ricerca del colpo a effetto. Una maggiore semplicità lo aiuterebbe».

Manchester United, Pogba

Manchester United, Pogba chiamato ad una svolta

In buona sostanza: è arrivato il momento, per Pogba, di tornare ad essere un giocatore di calcio. E’ chiaro che gli infortuni non lo aiutano, ma al netto delle giustificazioni, urge un cambiamento di rotta. Appena otto settimane fa, Mou ipotizzò per Pogba un futuro da capitano dello United. Il presente è però ben diverso: Paul, dopo aver saltato la gara di Huddersfield in FA Cup per infortunio, a Siviglia è partito dalla panchina. E’ entrato al 63’ e non ha lasciato il segno. McTominay è sembrato decisamente più tonico e le parole di Mourinho sono un messaggio per Pogba: «Scott si sta allenando bene ogni giorno, lotta e tiene il campo novanta minuti». Quello che, per intenderci, il portoghese pretende da Paul.

Fonte: Gazzetta dello Sport


Continua a leggere