Inter, ballottaggio Ranocchia-Lisandro per sostituire l’infortunato Miranda

| 14/02/2018 09:25

inter miranda

Inter, Miranda non ci sara’ nella sfida di sabato sera contro il Genoa al Ferraris

Inter, Miranda – Gli esami a cui si è sottoposto ieri mattina Joao Miranda lasciano spazio a pochi dubbi: elongazione degli adduttori della coscia sinistra. Il problema, accusato dal difensore brasiliano durante il primo tempo di Inter-Bologna, lo allontana dalla partita di sabato sera al Ferraris contro il Genoa.

Come recita il comunicato ufficiale del club, Miranda seguirà un lavoro personalizzato in questi giorni e le sue condizioni verranno valutate quotidianamente. Ciò che non dice il comunicato è che da un’elongazione è difficilissimo e rischioso recuperare in tempi brevi. Ne è testimone Mauro Icardi che ha saltato sia il Crotone sia il Bologna per lo stesso problema di Miranda. A questo punto, quindi, Luciano Spalletti lavorerà con ogni probabilità su un’idea di formazione senza il brasiliano. Il che apre allo scenario di un ballottaggio per il posto al fianco di Milan Skriniar. Un ballottaggio che vedrà protagonisti Lisandro Lopez e Andrea Ranocchia (citati rigorosamente in ordine alfabetico).

Inter, Miranda sostituito dal debuttante Lisandro o dal veterano Ranocchia?

L’argentino, arrivato in prestito con diritto di riscatto dal Benfica a Gennaio, si è fatto conoscere domenica pomeriggio contro il Bologna. Subentrato proprio a Miranda tra il primo e il secondo tempo, ha rimediato pure una botta fortissima alla tibia sinistra. In quel contrasto con Adam Masina, a rivederlo, c’è stato un frangente in cui l’argentino sembrava si potesse spezzare la gamba. Invece, dopo la radiografia di lunedì, ogni grave problema è stato escluso. Si è trattato di una fortissima contusione – tanto che ha lasciato il Meazza zoppicando vistosamente domenica – che lo ha portato ad allentare i carichi di lavoro ieri per riprendere gradualmente insieme con il gruppo. Il suo esordio non è stato certamente brillante. Per la Gazzetta l’argentino si è meritato un 5,5 e la prestazione è andata crescendo in quei 45’. Ci sta che abbia pagato l’approccio con il Meazza e che la chiamata di Spalletti sia arrivata un po’ a sorpresa visto l’infortunio di Miranda che avrebbe potuto comunque spalancare le porte del campo a Ranocchia. «Molto felice per il debutto e perché la squadra è tornata alla vittoria. Umiltà e lavoro» è stato lo slogan scelto da Lopez su Instagram per commentare la prima partita in nerazzurro.

L’ex capitano spera di potersi giocare la sua possibilita’

A sperare in un’altra occasione da titolare è sicuramente anche Ranocchia. L’ex capitano ha dimostrato tutto l’attaccamento alla maglia quando Miranda si era fermato prima di Natale per una lesione di primo grado al soleo della gamba destra. In quel caso – senza Lopez ancora al Benfica – Andrea aveva preso il posto al fianco di Skriniar per tre gare consecutive tra Coppa Italia (Milan) e campionato (Lazio e Fiorentina). E lo aveva fatto anche in condizioni non ottimali proprio in Toscana, quando giocò con un problema agli addominali che poi lo obbligarono a un lavoro supplementare durante la pausa per recuperare la giusta tonicità. In tutto, la coppia Ranocchia-Skriniar si è mostrata in campionato per 4 volte con un bilancio ottimo: 2 vittorie (Crotone e Chievo) e 2 pareggi (Lazio e Fiorentina). Per Ranocchia, tra l’altro, la gara di sabato rappresenta un po’ un derby, un po’ un ritorno al passato. Ha giocato 14 partite con la Sampdoria e 17 con il Genoa, ma è proprio dai rossoblu che nel gennaio del 2011 l’Inter lo prese puntando decisamente su di lui per costruire la difesa del futuro. Lisandro o Andrea, Andrea o Lisandro: Spalletti sfoglierà la margherita per affrontare il Genoa di Davide Ballardini.

Fonte: La Gazzetta dello Sport


Continua a leggere