Javier Mascherano, detto el jefecito, ha rischiato di finire al Napoli: “Era una possibilità concreta, il mio ciclo a Barcellona era terminato, poi…”

Napoli, il sogno Mascherano poteva realizzarsi

Poi Luis Enrique, e l’amore per i colori blaugrana che sboccia di nuovo, come dichiarato dallo stesso centrocampista argentino ai media spagnoli: “Nell’estate del 2014 avevo la possibilità di andare via da Barcellona e il Napoli in quel momento era una soluzione. Avevo capito che il mio ciclo era terminato, lo dissi anche al direttore sportivo Andoni Zubizarreta, ma mi rispose di no perché  loro volevano continuare a contare su di me. Arrivò poi Luis Enrique e mi disse di proseguire con questa maglia. Però in questa vita nessuno è imprescindibile e sono stato davvero tentato di raggiungere Rafa. Non potrò mai ringraziare abbastanza Rafa per tutto quello che ha fatto per me. Mi ha tirato su da un pozzo a venti metri sotto terra e mi ha portato più in alto possibile”.

A ciò si aggiunse, ovviamente, la mancata qualificazione in Champions del Napoli, uscito sconfitto dal San Mamés di Bilbao. A quel punto fu quasi impossibile per Mascherano accettare la corte di Benitez, che a dirla tutta cominciò egli stesso a dubitare del suo cammini in azzurro. Negli spogliatoi infatti anche il tecnico spagnolo rischiò di lasciare Napoli, poi un ripensamento che lo portò a concludere l’anno con una semifinale di Europa League ed un 5° posto in campionato.