ESCLUSIVA CM24 – Brignoli, l’agente: “Resta a Benevento, poi la Juve. E sulla Sampdoria, Toldo e Buffon..”

| 04/12/2017 19:45

Paolo Dattola, procuratore di Alberto Brignoli, portiere del Benevento e del momento, ha parlato del suo assistito in esclusiva ai nostri microfoni. Ecco quanto riportato dalla redazione di Calciomercato24.com.

Parla l’agente di Brignoli

Non si può chiaramente non parlare di ieri, ha sentito il ragazzo?

“Ieri ero a Benevento, il ragazzo l’ho visto, era molto contento come tutti del resto. Sensazioni? Di contentezza, soprattutto per aver preso il primo punto in campionato, non ha mai parlato al singolare ma del collettivo. Con quella prodezza ha dato una svolta ad una partita incanalata sulla sconfitta. La soddisfazione personale per il gol verrà metabolizzata con il tempo”.

Non era un bel periodo, sia per le sconfitte che per gli errori personali..

“L’errore con il Sassuolo? Si vince e si perde in 11, le sconfitte e gioie vanno prese con la squadra, come ieri. Le delusioni si affrontano con il collettivo, l’errore singolo viene spesso troppo ampliato”.

Alberto è di proprietà della Juventus, come mai non è mai stato preso in considerazione?

“Brignoli verrà preso in considerazione dalla Juve quando se lo meriterà, chiaramente non per quello che è successo ieri andrà ai bianconeri. Adesso è un portiere del Benevento, è molto legato al presidente e pensa solo a questo club. Poi ovviamente ci sono i sogni, e uno di quelli è far parte della Juventus in un futuro”.

Lui è passato anche per la Sampdoria. Una sola presenza e 5 reti subiti, rimpianti?

Assolutamente no, andare alla Samp è stata una decisione presa a ragion veduta. I blucerchiati partecipavano a tre competizioni, dunque c’era margine per vedere spesso Alberto in campo. Purtroppo però la squadra uscì al primo turno dalla Coppa Italia e dall’Europa League. Inoltre si aggiunse una grande stagione di Viviano, tra l’altro molto amico di Brignoli”.

Voci di Mercato?

“Impossibile parlare di calciomercato adesso, è prematuro e soprattutto sarebbe fuori luogo. Come detto, adesso Alberto è un calciatore del Benevento, in futuro parleremo con la Juventus e decideremo per il meglio”.

Il suo idolo?

Da piccolo ha sempre ha adorato Toldo (ultimo portiere ad aver segnato in Serie A, ma non l’unico). Adesso chiaramente si ispira a Buffon, che ha anche conosciuto da vicino”.

A cura di Antonio Giordano.

 


Continua a leggere