Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, il Napoli è una delle squadre europee che fa arrivare meno al tiro l’avversario

Tutto ruota intorno ad Albiol, che è il regista di un settore capace di chiudere la porta di Reina per sei volte: nelle circostanze in cui, sarà un caso, il Napoli ha subito due gol, Albiol non era in campo. Ma questa è anche una squadra che ha giocato a memoria per lunghi tratti, sia in campionato che in Champions, ed attraverso una struttura collaudata nel tempo: la linea classica (Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam) ha racconto, in serie A, quattro presenze su dodici partite, altre cinque le ha messe assieme in Europa, preliminari compresi. Il City, in assoluto, non lascia praticamente niente: nelle sue undici partite di Premier League, ha concesso in media 3,45 conclusioni da dentro l‘area all’avversario di turno. In novanta minuti, per il portiere, è stata una pacchia. Il Napoli sta immediatamente alle spalle, rendimento egualmente elevatissimo: 3,67, e vuol dire che pure Reina ha avuto lunghi momenti di inoperosità.