Come riporta il Corriere dello Sport, in Russia ci potranno essere alcune sorprese. Certo, saranno le solite a contendersi la vittoria finale, ma…

L’Argentina finalista in Brasile, dotata di una straordinaria batteria di fenomeni (Messi, Dybala, Icardi, Higuain, Di Maria, ma potremmo proseguire), ha faticato a qualificarsi per Russia 2018, rischiando perfino lo spareggio; il Brasile, sepolto con 7 gol dalla Germania nella semifinale in casa sua e battuto 0-3 dall’Olanda nella finale per il 3° posto, si è classificato con larghissimo anticipo per il Mondiale, come primo del girone sudamericano. E’ questa la ragione per cui oggi mettiamo la Seleçao di Neymar e di quel fenomeno di Fernandinho accanto alla Germania, come prime candidate per la finale di Mosca.  Anche la Spagna, campione del mondo in Sudafrica, per la qualità dei suoi giocatori, nonostante l’addio di Xavi e l’età di Iniesta, è su quel piano, ma per averne reale conferma dovremmo aspettare la fine della crisi fra la Catalogna e il resto del Paese. Legare Barcellona e Real Madrid, Piqué e Sergio Ramos, in un Mondiale lungo un mese non sarà un’impresa facile.

Dalla terza fascia peschiamo il Senegal di Koulibaly, una squadra che potrebbe diventare davvero una sorpresa. Dalla quarta facciamo il nome della Serbia. Ha giocatori di ottimo livello e il primo nome che viene in testa è quello di Milinkovic della Lazio.