Sampdoria, il futuro dirigenziale

Sampdoria, dopo il calciomercato, che ha interessato solo ed esclusivamente i calciatori, ora si pensa ai rinnovi societari. Sul banco infatti ora ci sono i rinnovi di due figure chiave come Osti e Pradè, grandi protagonisti dell’appena trascorsa campagna acquisti.

Inutile sottolineare la grande abilità dei due a fornire alla Samp capitale per investimenti e soprattutto materiale umano e tecnico all’allenatore Giampaolo. Il colpo Schick, col seguente arrivo di Zapata e Strinic, è, per certi aspetti un vero capolavoro. E così, anche i dirigenti hanno i propri meriti, che nel caso di Osti e Pradè non è detto si tramutino in rinnovi. I loro contratti scadono infatti nel 2018, e le trattative per i rispettivi prolungamenti ancora devono decollare.

Se ne riparlerà con ogni probabilità ad ottobre, e magari entro natale si potrebbero già annunciare gli accordi raggiunti tra le parti. Attualmente però si naviga a vista, ma ciò che tutti si augurano è che la situazione si sblocchi il prima possibile.

(fonte: La Repubblica)