Focus CM24 – I migliori 11 colpi del calciomercato estivo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:57

Articolo a cura di Armando Fico

Difficile crederci, ma siamo già a metà della stagione estiva. E così, frenetico, il calciomercato scivola veloce tra affari conclusi e trattative che sembrano invece ancora al di là dal concretizzarsi. Ma se per antonomasia è questo il momento giusto per sognare, è anche vero che alcuni club hanno già realizzato il proprio sogno di mezz’estate con colpi di rilievo assoluto; altre società invece sonnecchiano o aspettano, sperando in una seconda metà di mercato più scoppiettante.

Passando dal sogno alla realtà, quella vera, a forma di campo da calcio per intenderci, eccovi la top 11 dei migliori colpi di mercato sin qui portati a termine.

Portiere – Ederson
Pagato 40 milioni dal Manchester City, si presenta come uno dei più seri candidati a difendere la porta del Brasile nei prossimi mondiali in Russia. Reattivo, abbastanza dotato tecnicamente ma un po’ incerto nelle uscite, si è distinto per un uso molto buono dei piedi. Certo, non sarà Manuel Neuer, ma il suo talento prospettico è innegabile; e se Guardiola lo ha voluto così tanto un motivo ci sarà…

manchester city

Esterno difensivo destro – Dani Alves
Il PSG si lamenta di avere poca qualità per competere ad altissimi livelli? La risposta sul mercato degli sceicchi parigini è emblematica: riescono a prendere, seppur da svincolato, il più forte, completo ed esperto terzino destro in circolazione. Capace di impostare, giocare a tutta fascia, carismatico, in grado di difendere come di far male nelle sue proiezioni offensive, al Parco dei Principi il brasiliano cercherà di divenire il calciatore più titolato della storia. E magari togliersi lo sfizio di alzare una volta ancora la sua amata Champions.

Centrale difensivo – Leonardo Bonucci
Poco da fare, il passaggio di Bonucci dalla Juventus al Milan è quello maggiormente significativo di questa top 11. I rossoneri sono infatti riusciti a strappare un simbolo ai rivali di Torino, minando la loro difesa insuperabile, l’ormai storica ed ex BBC. Per Leo vale lo stesso discorso di Dani Alves: esperienza ed unicità del profilo sotto l’aspetto tecnico- tattico lo rendono un calciatore insostituibile, che vale tanto oro quanto pesa. Un colpo incredibile, insomma…

Centrale difensivo – Mateo Musacchio
Difensore che arriva su grandi palcoscenici forse troppo tardi. Non si capisce infatti come sia possibile che solo ora certi club si siano accorti del suo ricchissimo bagaglio tecnico. Controllo di palla eccellente, testa alta, grandi doti fisiche, solidità, sicurezza palla al piede. Quali altri pregi deve avere un difensore per sfondare ad alti livelli!? Nessuno, e presto i tifosi rossoneri non ne sapranno più fare a meno.

Esterno difensivo sinistro – Ricardo Rodriguez
E siccome non c’è due senza tre, ecco il terzo elemento della retroguardia del Milan a completare il nostro ideale reparto arretrato. Il nazionale svizzero sorprende per un’intelligenza tattica ed un polimorfismo sopra la norma. Sarà una pedina fondamentale nello scacchiere di Montella soprattutto considerato il suo dirimpettaio Andrea Conti. Con Rodriguez infatti la strategia sarebbe quella di sovraccaricare il lato sinistro per dare campo alle incursioni senza palla dell’ex atalantino. Et voila…

Centrocampista centrale – Tiemoué Bakayoko
Ex stella del Monaco cercata in passato anche da Ausilio, alla fine si è accasato al Chelsea di Conte dove formerà una cerniera di centrocampo con N’Golo Kanté che assomiglia più ad una trincea di guerra. Calciatore che dà equilibrio come pochi, con Conte imparerà ad essere baricentro di tutto lo scacchiere dei blues. Forse lo vedremo un po’ meno riversarsi in avanti rispetto alle sue stagioni al Monaco, ma si tratta di un calciatore determinante come pochi.
bakayoko
Mezzala sinistra – Borja Valero
Torniamo in Italia per raccontare di un colpo a nostro avviso stratosferico. Borja Valero all’Inter è per certi aspetti una rivoluzione copernicana: finalmente l’Inter ha un uomo d’ordine dentro e fuori dal campo. Lo spagnolo, oltre ad essere uno dei centrocampisti più forti del panorama europeo, si rivelerà infatti centrale nella crescita dei nerazzurri all’ombra di un tecnico carismatico come Spalletti, cui Borja Valero farà da supporto imprescindibile.
ufficiale focus inter borja valero
Mezzala sinistra/trequartista – James Rodriguez
Sia chiaro, un calciatore della classe di James Rodriguez lo si può schierare a centrocampo solo davanti ci sono bocche di fuoco di livello mondiale… cosa che questa top 11 può vantare. Tuttavia, proprio queste necessità mettono in condizione James di rendere al meglio: “fantasia e classe al potere” potrebbe essere il suo motto. Anche perché un calciatore capace di questui gesti può solo essere lasciato libero di compierli…
Attaccante sinistro – Douglas Costa
Finora la novità più piacevole del mercato juventno, Douglas Costa rappresenta il compimento dell’idea tattica di Allegri legata al 4-2-3-1. Con lui in campo Mandzukic vedrà sempre più frequentemente la panchina, ma il brasiliano è un’arma imprescindibile per fare male a qualsiasi difesa. E lo sa bene Guardiola, che lo riteneva uno dei principali interpreti del suo tiki-taken. Il perché è presto detto: Douglas Costa è il grimaldello in grado di far saltare, in ogni modo possibile, qualsiasi forma organizzata di pressing o organizzazione difensiva.
Attaccante destro/seconda punta – Alvaro Morata
Dal Real Madrid al Chelsea, la carriera di Alvaro Morata si può dire che inizi da oggi. A Londra ritrova il suo mentore Antonio Conte, ma uscire dall’ovile, andarsene via di casa – il Santiago Bernabeu – per seguire le proprie ambizioni, è segno di una maturazione ormai definitiva maturazione. Finalmente anche! Ora è venuto il tempo per Alvaro di imporsi a livello internazionale, di fare la voce grossa, di diventare il riferimento e pezzo pregiato di tutto il filone degli attaccanti moderni di cui è già uno dei migliori “frutti”.
MORATA chelsea
Attaccante centrale – Romelu Lukaku
Con lui in attacco Mourinho ha trovato il profilo ideale. Capace di segnare in tutti i modi, una squadra interamente al suo servizio, e con un certo Henrikh Mkhitaryan capace di mandarlo in porta con estrema facilità, sarà lui il nuovo crack della prossima Premier League. E pensare che c’è ancora chi lo reputa scarso…