Conte, le offerte di Inter e Chelsea a confronto: dal mercato all’ingaggio

| 12/05/2017 08:50

Il futuro di Antonio Conte, in parte, si conosce già: o resta al Chelsea o finirà all’Inter. Il Corriere Dello Sport ha esaminato con precisione cosa offrono i due club all’ex ct della Nazionale italiana. Ecco tutti i dettagli, partendo dal contratto, passando per lo staff ed il mercato, finendo alle priorità del club.

Il contratto

Chelsea: Abramovich ha fatto capire di voler provare a trattenere il tecnico a tutti i costi. Un rinnovo che offre un anno in più di contratto rispetto a quello attuale, dunque scadenza fino al 2020. Inoltre si eleva anche l’offerta economica, 2.5 milioni di euro in più. Dunque Antonio non avrebbe più un ruolo inferiore ai vari strapagati come Guardiola e Mourinho. Il suo stipendio raggiungerebbe quello dell’altro italiano Ancelotti, ben 8 milioni di euro. Chiaramente ci aspetta un adeguamento economico anche per lo staff del tecnico. Infine ci sarebbe quel ruolo da manager che Conte sogna, che quasi preferirebbe ad un aumento di ingaggio.

Inter: I nerazzurri hanno bisogno di ripartire, Antonio è il profilo adatto per riuscire nell’impresa che tutti hanno fallito dopo il Triplete. Suning l’ha capito bene ed è pronta a fare folli per portare l’ex allenatore della Juventus a Milano. Addirittura l’offerta si aggira attorno ai 15 milioni di euro. Un quadriennale choc che farebbe superare anche gli ingaggi incredibili di Mourinho e Guardiola. Dunque la grande volontà dell’Inter e l’assurda offerta economica per convincere mister Antonio.

Lo staff

Chelsea: La dirigenza dei Blues ha un mese di tempo per sostituire il vice di Conte, Steve Holland. Holland andrà a fare il secondo di Southgate nella Nazionale Inglese. Sono molti gli uomini di fiducia dello staff tecnico del Chelsea da Cudicini fino ad Hilario. Il tecnico però vorrebbe qualche suo fedelissimo, come Carrera bocciato ad inizio anno. Gli inglesi invece insistono per proporre Jody Morris. Certo non è da scartare l’ipotesi Oriali.

Inter: Discorso completamente opposto nel caso in cui il mister approdasse al centro sportivo della Pinetina. Prima di tutto porterebbe con sè tutti quelli che lo hanno affiancato in questa stagione al Chelsea. Dopo di che troverebbe anche Sabatini, con il quale c’è un certo feeling. Infatti l’ex dirigente della Roma lo vuole già da tempo. Infine porte spalancate anche per Oriali, che avrebbe il ruolo di “capo” della Pinetina.

Il mercato

Chelsea: Sono tre i top player che il presidente dei Blues offre a Conte, con molte altre alternative da inserire all’interno della rosa. Certo, c’è bisogno di un un grande gruzzoletto, ma tra risorse personali e le probabili cessioni di Diego Costa e Willian, ci si può divertire. Le priorità quali sono? Prima di tutto un centrale difensivo. Il sogno e Van Dijk, ma chiaramente occhi vigili su Manolas e Rudiger. A centrocampo c’è Bakayoko del Monaco, e poi ancora in casa Roma con Nainggolan. In attacco potrebbe essere incredibile il ritorno di Lukaku, ma anche nomi del calibro di Griezmann e Belotti.

Inter: All’Inter il discorso è un p’ diverso, bisogna rigenerare una squadra.  Infatti sono 150 i milioni messi a disposizione da Zhang. Prima di tutto bisogna ripartire dalla difesa. Dentro nomi come Manolas, Rudiger, Acerbi, Marquinhos per quanto riguarda i centrali. Sugli esterni piacciono molto Mendy e Samir, senza dimenticare Rodriguez del Wolsburg in scadenza di contratto. Nainggolan e Krychoviak a centrocampo con Federico Bernardeschi sulle fasce. In attacco c’è bisogno di affiancare qualcuno ad Icardi, il nome perfetto è quello di Schick.

Le priorità del club

Chelsea: Gli obiettivi del Chelsea non possono che essere molto chiari. Dopo la vittoria della Premier League, adesso Abramhovic chiede di alzare l’asticella. Questo significa che adesso nel mirino c’è la Champions League. Champions che il Chelsea non gioca da parecchio e che non vince dalla stagione di Di Matteo. Insomma i Blues sono pronti a fare follie per far vincere a Conte quella coppa che non ha mai vinto.

Inter: Chiaramente gli obiettivi nerazzurri non possono che essere molto diversi da quelli del Chelsea. Prima di tutto bisogna raggiungerla la Champions, dal prossimo anno anche la quarta in classifica raggiungerà questa competizione. Dunque traguardo più che abbordabile per la rosa che prospetta di fare Suning. Inoltre non sarebbe una cattiva idea tornare ad alzare un trofeo, come magari la Coppa Italia.

Fonte Corriere Dello Sport.


Continua a leggere