Manchester United, Ibrahimovic ha rifiutato il rinnovo: solo dubbi per il futuro

| 28/04/2017 09:25

Ibrahimovic, rifiutato il rinnovo

Secondo i media inglesi, Zlatan Ibrahimovic avrebbe rifiutato l’offerta del Manchester United. Offerta dei Red Evils che voleva esercitare l’opzione per un secondo anno nel suo contratto con il club di Old Trafford. In altre parole, ha detto di no a circa 12,5 milioni di sterline lorde, più o meno 8 milioni di euro al netto. Attenzione però: il rifiuto non avrebbe nulla a che fare con il desiderio di giocare altrove. Semplicemente, visto l’infortunio ai legamenti del ginocchio  che lotterà fuori parecchio. Ibra non se la sarebbe sentita di guadagnare mentre non è in grado di giocare ed allenarsi. Una forma di rispetto ed amor proprio. Almeno questo è quanto sostengono dall’Old Trafford. Se è vero, sarebbe un gesto singolare di altruismo.
José Mourinho, tecnico dei diavoli rossi, non ha voluto sbilanciarsi. «Tra poco verrà operato ed è una perdita di tempo parlare di cosa potrebbe succedere in questo momento» afferma il portoghese. Il quale, quando gli chiedono del futuro di Ibra, dice: «Non lo so, non voglio saperlo, non mi interessa. Voglio solo che l’intervento vada bene, che recuperi al cento per cento e che sia preparato per i prossimi passi».

«Comunque sembra che lui non intenda mollare, lotterà fino in fondo. E questo mi fa solo piacere. Ibra è cosi, è uno che lotta da quando è nato. Ci sono molte incognite ma stiamo parlando di uno fortissimo, soprattutto a livello mentale».

Il futuro

 

Se è bero che non accetterà l’offerta del rinnovo, può anche essere che Ibrahimovic stia già pensando ad altre possibilità. Certo è che puntare su uno che starà fuori per altri sette mesi non è facile. Ma stiamo pur sempre parlando di Ibra. Zalatan però potrebbe anche optare per un periodo di riflessione, senza accordarsi necessariamente non nessun altro club. Periodo che dovrebbe durare fino a gennaio 2018, quando avrà ben 36 anni. Poi, se il recupero dovesse andare bene allora potrebbe tornare allo United già da gennaio.

Se lo svedese dovesse tornare in una squadra che non sia il Manchester United, dovrebbe essere una big europea (per motivi di ingaggio e di brand). E, un po’ perché ha già girato le big di mezza Europa, un po’ per via dell’ingaggio, sembra un’ipotesi difficile.
Ma, del resto, lo sono pure la Cina e gli Usa. Anche perché Ibrahimovic quest’anno ha segnato la bellezza di 28 gol in 46 partite tra campionato e coppe. Dunque nulla e chiaro, bisogna solo attendere il ritorno in campo di Zlatan.

Fonte Corriere Dello Sport.


Continua a leggere