Foggia, i cori anti-Napoli scatenano il web: dura replica – (VIDEO)

| 27/04/2017 16:50

La festa dei tifosi del Foggia per il ritorno in Serie B è stato condito da una polemica in direzione Napoli. Nei vari video dei festeggiamenti sono spuntati cori molto pesanti contro i partenopei ed i campani in generale.

Durissima la risposta di Angelo Forgione sul proprio profilo Facebook:

Caro tifoso foggiano che invochi il #Vesuvio, tu che sei a uno sputo dalla #Campania, una quarantina di chilometri dal confine regionale, per la precisione, sappi che se eruttasse il Vesuvio, sei a 250 chilometri dal vulcano, e non la passeresti proprio liscia.
Caro tifoso foggiano, lo so che pure il tuo concittadino più illustre Renzo #Arbore sei capace di sdegnare per la sua formazione napoletana.
Caro tifoso foggiano, forse non sai neanche che il foggiano più erudito della storia, Raimondo di Sangro, principe di San Severo, ha lasciato un segno indelebile nella storia di #Napoli e del Regno di Napoli. Ecco, forse non sai neanche che quando il Calcio non esisteva e si giocava a Pallamaglio, la tua nazionalità era napolitana, non italiana, perché la tua nazione portava il nome della città della cultura in Europa: Regno di Napoli. E non sai neanche che #Foggia era una città di una certa rilevanza di quel Regno, centro della Capitanata, mentre oggi non conta nulla.
Ma tu, caro tifoso foggiano, non hai identità, e hai una duplice fede. Sì, tifi Foggia e qualche altra squadra, spesso del Nord, perché così conviene nelle province del Calcio. E perciò certi cori li sentiamo anche a #Torino e a #Milano, nelle curve nordiche piene di meridionali.
Ora, caro amico foggiano, sappi che la promozione in B della squadra di metà del tuo cuore mi rallegra, in quanto squadra meridionale. Ma tu devi sapere che sei un colonizzato, anche sportivamente, e che la tua ignoranza è l’ultima cosa di cui il Sud ha bisogno. Forse, se studiassi la storia del Principe di San Severo e del tuo Regno, e insegnassi questo a tuo figlio, saresti tu a dire a me di non dare risalto a certe idiozie. Ma da qualche parte bisogna pur iniziare.
Firmato Forgione, come Padre Pio.


Continua a leggere