Fiorentina, quante idee per il post Sousa: il punto da Spalletti a Di Biagio

| 25/04/2017 09:42

In casa Fiorentina continua a tenere banco la situazione legata alla scelta del futuro allenatore. Tanti i candidati a succedere a Paulo Sousa ma al momento sono ancora pochi i contatti ufficiali. Uno dei quali fu con Giampaolo, pupillo di Corvino, che declinò l’invito.

Al momento in pole position sembra esserci Eusebio Di Francesco. Col tecnico del Sassuolo il contatto c’è stato. E’ giovane, di sicuro avvenire ed ha voglia di vincere. Tutti aspetti che sembrano convincere la dirigenza viola. Il problema maggiore, oltre al salto di qualità, resta però il costo per liberarlo: circa tre milioni. I contatti vanno avanti da settimane, il fatto che abbia passato la sua procura nelle mani di Fali Ramadani, condizione molto gradita in casa Fiorentina, fa pensare che la cosa sia parecchio avanti e che possa sbloccarsi a breve giro.

Fiorentina, le alternative per la panchina

Oltre a Di Francesco i toscani seguono con attenzione l’evolversi della situazione Spalletti-Roma. Quello del tecnico giallorosso è il profilo che intriga di più ma anche quello economicamente più dispendioso. Oltre ai 2,2 milioni all’anno richiesti dal tecnico, bisognerà creare una squadra capace di lottare quantomeno per l’Europa League e che magari diverta con il bel calcio. Inoltre andrà battuta la concorrenza dell’Inter che ha in Spalletti la terza scelta dopo Conte e Simeone.

Più defilati gli altri profili. A partire da Pioli: il nerazzurro lascerà l’Inter a fine stagione ma al momento sta valutando l’opportunità milionaria di trasferirsi in Cina. Non convincono i nomi di Mazzarri e Guidolin mentre Maran e Prandelli restano in standby. Nelle ultime ore, infine, si è diffusa un’idea Di Biagio (attuale tecnico dell’Under 21). La Fiorentina sfoglia la margherita (o il giglio): il futuro parte dalla panchina.

Fonte: Repubblica


Continua a leggere