Bologna, da Costa: “Anno sfortunato, assumiamoci le nostre responsabilità”

| 23/04/2017 09:50

Il portiere del Bologna, Angelo da Costa, ammette che la sua squadra non sta attraversando un ottimo periodo. Ecco quanto riportato da Il Resto del Carlino: “Dobbiamo assumerci le nostre responsabilità, anche per me è stato un anno un po’ sfortunato. E’ vero, abbiamo avuto tanti infortuni e qualche errore arbitrale. Ma abbiamo fatto una brutta stagione e dovremo assumerci tutti le nostre responsabilità. Per me è stato un anno un po’ sfortunato sotto diversi punti di vista”.

Ieri aveva anche due ragazzini alle spalle in panchina, Ravaglia e Monari. “Ed ero quasi più felice io di loro, perché sono ragazzi che se lo meritano per l’aiuto che ci danno in allenamento. Mi aiutano a sentirmi più giovane, io cerco di aiutarli in quello che posso”.

Sulla partita di ieri…

Sono sicuro che siamo entrati in campo con la testa giusta. Ma prendere un gol così presto ti fa male. Poi è arrivato anche il secondo. E’ importante che la squadra non abbia smesso di crederci e abbia rialzato la testa. Alla fine potevamo anche vincere contro una delle squadre più forti di questo campionato. Per questo faccio i complimenti ai miei compagni. Credo che questo sia un segnale del fatto che stiamo provando a cambiare le cose. Però mancano i risultati e dobbiamo ancora migliorare”.

Ma se le motivazioni non ci sono, in questo mestiere, allora è meglio stare a casa. Io sono sicuro che la squadra si sia sempre impegnata, anche se la stagione non è andata come volevamo. Adesso abbiamo le ultime cinque partite nelle quali dare il massimo non soltanto per finire bene l’anno, ma anche per il nostro futuro personale, per farci notare. Chi indossa questa maglia deve avere tutti i giorni la conferma di poter continuare a indossarla e metterci tutta la voglia possibile”.


Continua a leggere