Mounier: “Mi trovo bene all’Atalanta, io tifo per il Monaco”

| 22/04/2017 11:18

Anthony Mounier, giocatore dell’Atalanta. Prima di andarsene da Bologna, a gennaio, non aveva mai parlato, almeno quest’anno. Ieri è intervenuto i microfoni del Corriere della Sera. Ecco le sue parole: “È vero, mi sono trovato subito bene, e non lo pensavo. Temevo di dover fare fatica arrivando da un altro campionato, invece è stato tutto meravigliosamente facile. Sono contento di quello che ho fatto il primo anno, ho giocato tanto anche con Donadoni, ma non ho rimpianti per quello che non ho fatto dopo. Mi sono sempre allenato bene durante la settimana, mi pare che lo abbia detto più volte lo stesso Donadoni. C’è stato un cambiamento da parte del tecnico, evidentemente ha cambiato idea su di me”.

Il motivo dell’addio al Bologna…

Non lo so, forse è stato per un cambiamento tattico. Poi c’è stato anche un mercato estivo di mezzo che ha portato a Bologna altri giocatori nel mio ruolo e di conseguenza convinto Donadoni a far giocare altri. A questo punto ho chiesto di essere ceduto, volendo avere più spazi. Di sicuro al Saint Etienne quegli spazi li avrei trovati, ma sono stato costretto ad andare via da là dopo quattro giorni e meno male che è arrivata l’Atalanta”.

Ora è all’Atalanta, ma sempre poche presenze…

All’Atalanta mi trovo bene, poi è vero che è cambiato poco rispetto a Bologna, ma ritagliarsi un posto in una squadra che gioca un grande calcio e vince non è facile. Comunque mancano sei partite. Prima penso al bene dell’Atalanta, poi per quello che mi riguarda continuerò ad allenarmi duramente tutti i giorni per farmi trovare pronto se Gasperini avrà bisogno di me. Segreto dell’Atalanta? Il lavoro, la grande qualità dell’allenatore che fa giocare bene la squadra e la qualità di tanti giocatori”.

Ora ritrova il Bologna…

Non mi fido, servirà la vera Atalanta per sperare di batterlo, perché anche il Bologna ha qualità”.

Sul sorteggio Champions della Juventus…

“In finale? Il Monaco. Perché? Io sono francese”.


Continua a leggere