Ceferin: “Troppi talenti in poche squadre, dobbiamo intervenire”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:17

Il presidente della UEFA, Aleksander Ceferin, punta a un riequilibrio tra grandi e piccoli club, come ha detto ieri in una conferenza a Lisbona. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport l’obiettivo è limitare lo strapotere dei grandi club e la loro possibilità di accumulare giocatori. Il 27 l’Eca potrebbe rispondere durante l’assemblea.

Le parole di Ceferin

Dobbiamo intervenire. Troppi fuoriclasse in pochi club. Interveniamo su questioni rilevanti come il minore equilibrio competitivo nelle coppe. La Uefa dovrebbe esaminare nuovi meccanismi come luxury tax, tetti alle rose e norme sui trasferimenti per evitare l’eccessiva concentrazione di talento in poche squadre. Non possiamo aver paura di intervenire. Anche se non si può ignorare che i 5 grandi Paesi portano l’86% del fatturato e ne incassano solo il 60%. La Superlega? Significherebbe dichiarare guerra alla Uefa. Finché ci sarò io non sarà così. Non può esserci una competizione chiusa, tutti devono sognare la Champions”.