Leonardo Pavoletti, classe ’88 si può ormai considerare un nuovo calciatore della SSC Napoli. Il centravanti (ormai) ex Genoa ha ultimato in questi minuti le visite mediche a Villa Stuart, con il prof. Mariani. Presente a Roma anche il dott. Alfonso De Nicola: il responsabile dello staff medico della Ssc Napoli si occuperà di ulteriori test medici per l’attaccante domani a Castelvolturno. I primi responsi parlano di un Pavoletti non ancora pronto per giocare, ma il ginocchio sinistro sembrerebbe in buone condizioni. Serviranno altri accertamenti cardiologici per poter dire che il centravanti possa essere ufficialmente un calciatore del club partenopeo. L’accordo con il club di Preziosi è stato trovato: 13 milioni più bonus al Genoa, che sta già cercando il sostituto.

DIFFICOLTA’ INIZIALI…

L’attaccante 28enne è arrivato a Villa Stuart soltanto intorno alle 17.30, dopo un susseguirsi di notizie sui motivi del ritardo. Pavoletti era infatti atteso alle ore 11 per iniziare i test fisici, poi la notizia del ritardo di un paio d’ore. Infine, le visite sarebbero slittate al pomeriggio per problemi relativi ai diritti d’immagine o a cavilli nel contratto di Pavoletti.

VISITE TERMINATE, PARLA DE NICOLA

Al termine dei test, il professor De Nicola, medico sociale del club partenopeo, ha parlato della situazione fisica di Pavoletti. È stata effettuata una valutazione funzionale del ginocchio che è in via di guarigione, non è però ancora pronto per fare partite e sta seguendo un programma di riabilitazione che continuerà fino a quando non sarà pronto. Queste visite ci hanno chiarito la sua situazione, l’infortunio l’ha avuto e questo già lo sappiamo. Non posso dir nulla sui tempi di recupero. Domani completiamo gli accertamenti perché dobbiamo essere sicuri anche della parte cardiologica. Poi faremo i nostri test funzionali da affiancare a quelli fatti qui a Villa Stuart. Non posso dire niente ancora fino a quando non completiamo tutto”.