Calciomercato Inter: offerta da 15 MLN all’anno a Lukaku, la punta vacilla

| 30/07/2021 12:30

Romelu Lukaku potrebbe lasciare l’Inter. L’attaccante ha già detto di voler rimanere ma sarebbe arrivata in queste ore un’offerta clamorosa dalla Premier.

Calciomercato Inter: 15 MLN all’anno a Lukaku dal Chelsea

Romelu Lukaku continua ad essere tentato dal Chelsea. Il club inglese, infatti, secondo le ultime notizie di mercato non si sarebbe arreso e continuerebbe ad insistere per avere la terza volta in rosa la punta dell’Inter.

Romelu Lukaku. I ‘Blues’ campioni d’Europa – come riportato da La Gazzetta dello Sport – sarebbero pronti a mettere sul piatto un ingaggio faraonico da 15 milioni a stagione.

In questo modo il club inglese spera di convincere il centravanti belga a tornare a Londra.

Tutte le news sul calciomercato italiano e e non solo: CLICCA QUI!

lukaku

(www.gettyimages.it)

Inter: Lukaku vuole rimanere, ma il mercato “chiama”

Romelu Lukaku ha già confermato di volere rimanere ancora a Milano ed in Italia dove si trova benissimo. Con l’addio di Antonio Conte e l’arrivo di Simone Inzaghi le cose sono cambiate a Milano.

Ma Big Rom, che ha parlato con il fratello di Inzaghi e dei suoi metodi di lavoro, è convinto di poter fare ancora bene. Per questo Lukaku ha respinto con forza la corte degli inglesi: sta bene a Milano, è consapevole di essere un punto di forza della squadra e ha comunicato alla società di Viale della Liberazione di non voler andar via.

Il calciatore avrebbe deciso di rimanere in Serie A per diversi motivi: il primo è dovuto allo scetticismo e le critiche Oltremanica degli ultimi anni, l’affetto dei tifosi nerazzurri, la fiducia concessagli dal club di Suning e la volontà di regalare all’Inter la seconda stella anche senza Conte.

LEGGI: Juve, va al Tottenhamcalciomercato inter lukaku

Il contratto di Romelu Lukaku all’Inter

Per farlo Romelu Lukaku rinuncerà al nuovo contratto da 15 milioni di euro all’anno proposto dal Chelsea, “accontentandosi” di quello da 7.5 milioni di euro percepito a Milano. La metà, è vero, che però non giustifica la gratificazione di giocare in un club nel quale si sente al centro del progetto.

(www.gettyimages.it)

 


Continua a leggere