Milan, Pioli sulle condizioni di Calhanoglu e Ibrahimovic

| 21/10/2020 20:35

Il Milan di Pioli sta per tornare in Europa senza Calhanoglu ma con un Ibrahimovic in più. L’esordio avverrà domani sera contro il Celtic Glasgow: il mister presenta la gara ai media.

Milan, le parole di Pioli prima della sfida contro il Celtic

Dopo aver affrontato dei preliminari lunghi e faticosi, finalmente i rossoneri si apprestano finalmente a giocare una sfida europea, anche se non è la Champions. Da sempre è quello il posto del Diavolo, ma c’è tempo per arrivarci. Domani intanto c’è la sfida contro gli scozzesi, il tecnico rossonero fa il punto sui singoli ai microfoni di Sky Sport: “Calhanoglu? Ha avuto questo problema alla caviglia. Oggi stava leggermente meglio. Non potrà giocare e dovremo regolarci di conseguenza“. Nessun accenno ai tempi di recupero, ma stando alle ultime, non dovrebbe essere prossimo. Pioli si sofferma anche su Ibrahimovic: “Sta bene, così come tutto il resto della squadra, è la testa che comanda le gambe“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Milan, grande annuncio per un grande obiettivo

Ci saranno tanti cambi: “La gara contro l’Inter ci ha privato via di tantissime energie, sia mentali sia fisiche. Come sempre ogni anno questo periodo sarà ingolfato di partite, servirà l’aiuto di tutti. Sceglierò chi sta meglio, l’avversario è molto fisico e vorrà a fare bene al suo esordio nella competizione“.

(www.gettyimages.it)

Milan, ancora Pioli: “Penso anche al centrocampo a 3”

I rossoneri hanno trovato una loro identità e non l’abbandoneranno facilmente. Per tutto il resto c’è il pragmatismo del loro allenatore, interrogato da Sky a proposito di un possibile cambio di modulo: “Mi considero un tecnico  elastico e credo che sia fondamentale mettere i giocatori giusti al posto giusto. Abbiamo trovato la quadra con il centrocampo a 2, ma questo non significa che in un futuro non potremo cambiare“.

Milan (Getty Images)

Milan, qual è l’obbietivo stagionale?

Si tratta del nuovo dilemma tra l’uovo e la gallina. Alla prossima Champions ci si arriva più facilmente tramite la Serie A o vincendo l’Europa League? Pioli non si mette limiti: “Noi siamo il Milan e dobbiamo fare bene dappertutto. Pensare di vincerle tutte, anche se non sarà né facile né possibile, ma non siamo nelle condizioni di puntare su solo un obiettivo“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Milan, l’agente annuncia il futuro del centrale


Continua a leggere