Coronavirus, rinviata Palermo-Turris: nove casi nei rosanero

| 21/10/2020 21:30

La partita tra Palermo e Turris, valida per la sesta giornata del campionato di Serie C (Girone “C”) è stata rinviata a data da destinarsi. Nelle ultime ore è scoppiato un vero e proprio focolaio nella squadra siciliana: sono ben nove i casi di Coronavirus che hanno colpito la squadra. Proteste da parte dei napoletani.

Palermo (Getty Images)

Coronavirus, rinviato il match Palermo-Turris

All’inizio l’orario era stato fissato per le ore 15. Poi alle 18 ed infine alle 18:30. Però la partita tra Palermo e Turris non si è mai disputata. Motivo? Alcuni tesserati siciliani hanno contratto il Coronavirus (tra cui anche l’allenatore Roberto Boscaglia). I rosanero dovevano affrontare la squadra di Torre del Greco, ma alla fine la partita è stata ufficialmente rinviata. A comunicarlo ufficialmente è stata la Lega Pro che, sul suo sito, ha diramato una nota: “In riferimento all’ordinanza della Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo delle ore 18, per quanto riguarda alcuni positivi che avrebbero colpito il club siciliano, abbiamo deciso che il gruppo squadra ed i rispettivi membri devono essere messi in isolamento. La gara è stata ufficialmente rimandata a data da destinarsi“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Genoa, Criscito è guarito dal Coronavirus: ecco quando tornerà in campo

Il comunicato del Palermo

Questo, invece, il comunicato dei rosanero: “Il Palermo Calcio comunica che, in seguito alle informazioni condivise con l’ASP locale, la partita contro la Turris è stata rinviata. A breve ci sarà una nuova nota ufficiale per quanto riguarda i rimborsi dei tagliandi acquistati dai tifosi o per il riutilizzo del biglietto“.

LEGGI ANCHE >>> Fiorentina: nuovo caso di Coronavirus, le ultime

Palermo Calcio (Getty Images)

Le proteste del team napoletano: “Vergognoso quello che è successo

Non sono mancate, ovviamente, le proteste per quanto riguarda l’altra squadra, l’altra neopromossa Turris. A “Tuttoc.com” è intervenuto il direttore sportivo dei napoletani, Rosario Primicile: “A Palermo abbiamo assistito ad un qualcosa di vergognoso. Tutto il rispetto per la società che sta attraversando un momento critico, ma ce ne vuole altrettanto per chi viene da fuori perché si crea un disagio non indifferente. Abbiamo annullato la partenza con la nave prevista per le 20:15″.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Parma, è Bruno Alves il positivo al Coronavirus: l’annuncio

“Ora siamo costretti a prendere un bus dove impiegheremo ben tredici ore per ritornare a casa. Il tutto per una leggerezza della Lega. Non accetto che una partita venga rimandata a dieci minuti dall’inizio. Il tutto ci è arrivato non appena i nostri giocatori avevano finito il riscaldamento e dopo aver avuto comunque dei contatti con gli avversari. In questo caso anche noi ci sentiamo a rischio. I risultati dei tamponi sono arrivati alle 14:30. Era meglio che non raggiungevamo lo stadio. Giocano con i soldi del presidente e la salute dei nostri atleti“.


Continua a leggere