Fiorentina, esonero Iachini: due big in pole per sostituirlo

| 20/10/2020 10:40

Fiorentina, esonero Iachini: Sarri ma non solo, c’è pure Spalletti in auge per sostituirlo

Sono ore calde a Firenze, la prima panchina che potrebbe saltare è quella della Fiorentina. L’esonero di Beppe Iachini è sempre più vicino, la decisione sarebbe stata già maturata da Rocco Commisso e dirigenza, con la scelta di voltare pagina, dopo i brutti risultati venuti fuori in questo complesso inizio di campionato.

I due gol rimontati, che ha subito la Fiorentina, non sono piaciuti a Rocco Commisso. A Spezia la goccia che ha fatto traboccare il vaso, Beppe Iachini adesso verrà sostituito e, tra i nomi in pole, ci sono quelli di Maurizio Sarri e Luciano Spalletti.

LEGGI ANCHE >>> Fiorentina, esonero Iachini: l’ex Juve prepara il suo ritorno in Serie A

Fiorentina, Spalletti o Sarri: Rocco Commisso punta in alto per il dopo Iachini

Verso l’esonero l’allenatore di Ascoli Piceno, sembra finita la sua avventura dopo quasi un anno dal suo arrivo. Beppe Iachini non ha raggiunto gli obiettivi studiati a tavolino assieme alla dirigenza, con qualche punto in meno in classifica rispetto a quelli che si sarebbe aspettato Rocco Commisso, dopo il lavoro fatto sul calciomercato assieme alla dirigenza. E’ per questo che, per continuare a puntare in alto, c’è un dopo Iachini di lusso. Tra i nomi sono spuntati fuori quelli di Maurizio Sarri e Luciano Spalletti, allenatori italiani molto desiderati da diverse squadre in Serie A.

sarri spalletti

(www.gettyimages.it)

Fiorentina, esonero Iachini: scartato un profilo, Spalletti o Sarri solo se si libereranno dai loro vincoli contrattuali

Sono i colleghi del Corriere dello Sport a parlare dell’esonero di Beppe Iachini. Le soluzioni sarebbero due, è scartata completamente l’idea Walter Mazzarri, con l’ex Torino che resta ancora fermo dopo l’esonero ai granata. Ci sarà da capire quali saranno le situazioni legate agli altri due toscani, Spalletti e Sarri. I due sono ancora vincolati dai contratti con i rispettivi club.

Luciano Spalletti fu contattato dalla Fiorentina già nel periodo in cui poi fu scelto Beppe Iachini, speranzoso di poter ricevere una chiamata tra le big di Premier League. Una proposta che non arrivò mai, restando dunque fermo e con un ingaggio importante ancora pagato dall’Inter. Mentre Maurizio Sarri attende di liberarsi dal vincolo che lo lega ancora alla Juventus.

sarri fiorentina

(www.gettyimages.it)


Continua a leggere