Torino-Cagliari, Giampaolo: “Esonero? L’importante è non perdere fiducia”

| 18/10/2020 17:43

Il Torino di Marco Giampaolo perde ancora e questa volta lo fa all’Olimpico contro il Cagliari di Eusebio Di Francesco. I punti in classifica restano zero e ora il rischio per il tecnico è quello dell’esonero.

(www.gettyimages.it)

Torino-Cagliari, Giampaolo

Al termine del match, Marco Giampaolo, ha analizzato la terza sconfitta di fila ai microfoni di Sky Sport.

“Il Torino ha fatto vedere cose buone e cose meno buone. Ci sono state letture collettive ed individuali giuste e sbagliate. Il processo di crescita passerà anche dal pensare tutti allo stesso modo. Abbiamo fatto male nella fase di possesso alcune volte. La squadra avrebbe meritato di più, soprattutto quando la squadra cerca di fare cose importanti”.

Lukic?Ha fatto una gran partita secondo me. Ha fatto solo qualche allenamento in quella posizione e si muove molto bene. Non avevo cambi davanti, non avevo attaccanti. Lui era l’unica soluzione con caratteristiche diverse, Verdi mi avrebbe dato un altro tipo di caratteristiche”.

CLICCA QUI PER LA SINTESI DELLA GARA

Torino-Cagliari, Giampaolo

Al momento pesa la discontinuità nel lavoro. E’ stata rinviata la gara e giochiamo dopo 20 giorni. Io conto di migliorare la squadra ma quando mancano calciatori per 12-15 giorni è difficile lavorare”.

Manca un centrocampista?Rincon ha caratteristiche precise. Sa far bene un po’ tutto ma non è un play battezzato. Dobbiamo sfurttarlo per tracciare linee di gioco diverse ma lui porta a casa la partita, ha carattere e tanta mentalità. Abbiamo fatto delle scelte in campagna acquisti e decidere cosa fare e dove veicolare i soldi. Abbiamo deciso di farlo in attacco perché Rincon ci dava garanzie”.

Problemi in fase di non possesso?Sì, ci sono ma dobbiamo fare meglio. So che dobbiamo migliorare, devo commentare una sconfitta che pesa come le altre due. Sarà importante che i ragazzi non perdano morale e fiducia per darla ancora anche a me“.

calciomercato torino niang

Giampaolo: “Giochiamo bene ma non basta”

Gojak?L’ho visto ieri per la prima volta, lo devo ancora posizionare. Vedere video è fuorviante. L’abbiamo preso come mezz’ala, potrebbe essere importante lì”.

Joao Pedro è un peccato non averlo preso?No, il peccato è non aver fatto troppi gol. Oggi abbiamo segnato ma non è bastato“.

Futuro dell’attacco del Toro?Abbiamo cinque attaccanti, giochiamo così ma dobbiamo migliorare l’assetto andando avanti per questa strada. Abbiamo fatto cose discrete rispetto alle altre partite ma poi ci sono anche cose sbagliate“.

Ti aspettavi l’inizio difficile?Non eravamo adeguati alla prima, quindi male. La seconda con l’Atalanta e ci ha fatto estremamente male”. 

Potrebbero interessarti anche

Calciomercato Inter, addio al bomber: dalla Spagna sono sicuri

Milan, Ibrahimovic batte Covid-19 e Inter: è da Scudetto?


Continua a leggere