Calciopoli, Agnelli ribadisce: “La Juventus farà di tutto per riavere gli Scudetti”

| 15/10/2020 15:00

La Juventus di Andrea Agnelli è al centro dell’attenzione per la gara vinta a tavolino contro il Napoli per assenza dell’avversario e anche per l’approvazione del nuovo Bilancio che ha causato alcuni dubbi negli azionisti, volenterosi di conoscere il futuro degli Scudetti revocati nel 2006 durante il Processo Calciopoli.

(www.gettyimages.it)

Calciopoli Juventus, Agnelli rassicura gli azionisti

L’Assemblea ordinaria degli Azionisti della Juventus si è riunita oggi, a Torino, sotto la Presidenza di Andrea Agnelli. Tutti i soci hanno approvato il bilancio dell’esercizio al 30 giugno 2020, che si è chiuso con una perdita pari a 89,7 milioni (perdita di 39,9 milioni nell’esercizio 2018/2019), coperta mediante utilizzo dalla riserva da sovrapprezzo azioni. Poi Andrea Agnelli ha dovuto rassicurare anche gli azionisti circa gli Scudetti revocati alla Juventus durante Calciopoli.

Juventus, UFFICIALE la decisione su Paratici: c’è un nuovo dirigente

Calciopoli, Agnelli: “La Juventus farà di tutto per riavere gli Scudetti”

Andrea Danubi, uno degli azionisti della Juventus, ha posto una domanda molto importante ad Andrea Agnelli circa gli Scudetti revocati al club durante il processo Calciopoli. Il Presidente ha risposto in maniera molto chiara.

Ogni tentativo di ottenere la riassegnazione degli scudetti sarà effettuato dalla Società. Nel corso degli anni abbiamo esperito tutte le azioni a tutela della Società per ottenere quanto dovuto. Siamo in attesa della fissazione dei ricorsi al Tar che da ultimo abbiamo proposto avverso la decisione degli organi della giustizia sportiva e del CONI”.

Juventus-Napoli, ecco perché il Giudice ha dato ragione ai bianconeri

juventus

(www.gettyimages.it)

Agnelli su Suarez e ‘Ndrangheta

Andrea Agnelli, poi, ha dovuto rispondere anche ad alcune domande sui presunti rapporti del club con la ‘Ndrangheta e sul caso Luis Suarez.

“Non è mai avvenuto  alcun incontro con la famiglia Dominello. Ci hanno minacciato con contenuti falsi e abbiamo immediatamente denunciato alle Autorità. Tutti gli episodi sono stati denunciati dalla Juve attraverso i funzionari operativi. La Società si è costituita parte civile nel processo sorto a seguito di tali denunce”.

Suarez?Le frasi riportate non corrispondono alle telefonate, sono frutto di un racconto distorto effettuato improvvidamente da personaggi tenuti all’osservanza del segreto istruttorio. L’indagine è in corso ed è coperta dal segreto come più volte ribadito dal procuratore Cantone. La Juve è estranea alla vicenda dell’esame di Suarez. Il calciatore ha deciso di sua volontà di procedere all’esame, pur conoscendo la nostra volontà, ossia quella di non tesserarlo”.

Potrebbero interessarti anche

Ronaldo-Mbappé: la conversazione che fa impazzire tutti

Calciomercato Juventus, Di Maria è un obiettivo reale


Continua a leggere