Juventus, Ronaldo ha violato la legge? Parla il direttore dell’ASL di Torino

| 14/10/2020 17:00

La notizia che da qualche giorno ha scosso la Juventus e tutto l’ambiente calcistico è la positività di Cristiano Ronaldo. Il calciatore ha scoperto di essere positivo durante il ritiro con il Portogallo, impegnato nelle gare di UEFA Nations League.

Cristiano Ronaldo

(www.gettyimages.it)

Juventus, Cristiano Ronaldo torna in Italia

La notizia della positività ha scombussolato i piani della Juventus anche dal punto di vista sportivo, oltre quello prettamente umano. Ma ciò che più ha fatto discutere sono state le scelte del portoghese che dopo il rinvio della partita con il Napoli ha deciso di rompere la “bolla” e partire per il ritiro della sua Nazionale. Poi, dopo la gara con la Francia, è risultato positivo al Coronavirus e oggi ha deciso di lasciare anche il ritiro del Portogallo per far ritorno in Italia, dove osserverà una quarantena di 10 giorni, in quanto positivo asintomatico.

Juventus, CLAMOROSO: Ronaldo torna in Italia nonostane il Covid-19

Juventus, Ronaldo ha violato la legge?

Il rientro di Cristiano Ronaldo in Italia, però, ha fatto emergere numerosi dubbi circa la regolarità della sua decisione. Può un cittadino spostarsi con viaggi continentali nonostante sia positivo al Coronavirus o rischia di violare la legge? A questo quesito ha risposto Roberto Testi, dirigente della ASL di Torino, che ai microfoni della Gazzetta dello Sport ha spiegato nei particolari cosa accadrà a Ronaldo al rientro a Torino.

“Mi risulta che Cristiano Ronaldo stia tornando a Torino. Non conosco i dettagli della situazione, ma la normativa prevede la possibilità che venga effettuata una richiesta di volo sanitario, denunciato come tale all’USMAF, l’Ufficio di Sanità marittima, aerea e di frontiera”.

Ronaldo, la sorella choc: “Covid-19? Una frode, aprite gli occhi!”

ronaldo

(www.gettyimages.it)

Testi: “Ronaldo non potrà allenarsi con la squadra”

Il direttore dell’ASL di Torino, poi, ha messo in chiaro che Ronaldo non sta violando la legge perché ha regolarmente denunciato il suo ritorno in Italia ma non potrà allenarsi in gruppo.

“Avendo denunciato il rientro all’USMF, Ronaldo ha il diritto di volare con un aereo privato, anche con il suo personale. Non è necessario un aereo ad hoc. Generalmente in questi casi il viaggiatore viene trasportato con un’ambulanza, ovviamente privata, a casa. Certamente per 10 giorni dovrà restare a casa e non potrà allenarsi con la squadra”.

Potrebbero interessarti anche

Juventus-Napolil, la sentenza del Giudice Sportivo

Calciomercato Inter, Leonardo irrompe sul pallino di Marotta


Continua a leggere