Nazionale, Mancini: “Domani ecco chi gioca in attacco”

| 13/10/2020 22:00

Roberto Mancini, tecnico della Nazionale italiana, ha parlato alla Gewiss Stadium di Bergamo prima della sfida di domani contro l’Olanda.

Mancini in conferenza stampa prima dell’Olanda

Covid? “La nostra giornata stata incredibili, dovevamo fare allenamento alle 17-18, lo facciamo alle 20. Abbiamo fatto un tampone al giorno, speriamo che nel nostro caso si tratti di un falso positivo. Un po’ di distrazione ce lo dà. Bergamo? Ci fa piacere giocare in questo posto anche per la gente, peccato non ci sia. Ci sono dei momenti buoni, l’Atalanta fa divertire abbastanza, con i tifosi sarebbe stato tutto perfetto”.

Scelte? “Penso a quelle solo i risultati del tampone, i calciatori sono stati bravissimi. Tutti si meritano di giocare, ho anche rispetto per i calciatori, bisogna avere rispetto, pensando che poi non andranno a stare in vacanza ma a giocare ancora. Per questo devo salvaguardarli un attimo. Se ho tre partite ne faccio fare una per uno e per questo domani gioca Immobile”.

Cambi?  “Rientrerà Giorgio, poi ci saranno quattro o cinque calciatori diversi”.

Squadra? “Il nostro percorso ha solo due anni alle spalle, abbiamo chiamato giocatori nuovi, che hanno fatto gruppo. Volevamo fare qualcosa di bello, c’erano tanti giocatori giovani. Serviranno partite per essere al massimo prima dell’Europeo”.

Roberto Mancini (Getty Images)

Mancini sull’attacco e si Immobile

Gol? “Per una squadra fa sempre bene giocare bene e andare vicino al gol, poi capita di trasformare in gol tutte le azioni belle, ma capita anche di sbagliare. Fa parte del calcio. Essendo una squadra giovane possiamo migliorare, dipende anche dalle situaizoni. E’ successo contro Polonia e Olanda ma vuol dire che i gol arriveranno nelle partite importanti”.

  Berardi e Locatelli? “Ci saranno dei cambi sicuramente. All’andata c’erano Zaniolo e Lorenzo, ora potrei cambiare uomini ma con una squadra simile”.

Roberto Mancini (Getty Images)

Mancini sulla stagione e sul Covid

Stagione programmata? “Non lo so, per quel che riguarda la Nazionale almeno le partite sono più di 20 anni fa. Noi ci troviamo una volta ogni tanto, si potevano eliminare due amichevoli. Ma spetta a chi decidere fare queste cose”.

 

  Immobile? “Ho specificato apposta, con la Moldavia ho fatto giocare nuovi calciatori. Per la Polonia pensavo fosse meglio per Belotti, questa per Immobile. Vale quello che ho detto prima, preferisco ruotare e Ciro ha fatto valanghe di gol ma la stagione sarà lunga”.

mancini

(www.gettyimages.it)


Continua a leggere