Juventus-Napoli, Tavecchio dà ragione agli azzurri: “Sono nel giusto”

| 12/10/2020 18:15

Torna a parlare l’ex presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Carlo Tavecchio. Lo fa attraverso la trasmissione ‘Punto Nuovo Sport Show’ ai microfoni di ‘Radio Punto Nuovo’. Motivo della discussione la partita tra Juventus e Napoli che non si è disputata perché i partenopei non si sono presentati a Torino, bloccati dalla Asl regionale.

Tavecchio: “E’ tutto scritto nel protocollo, il Napoli non ha sbagliato nulla

Tra qualche giorno il Giudice Sportivo darà la sua sentenza a proposito del match tra Juventus e Napoli. Si parla di un possibile 3-0 a tavolino in favore dei bianconeri, oppure c’è la possibilità che il match si possa disputare senza penalità o altro. In merito ha voluto dire la sua l’ex presidente della Figc, Carlo Tavecchio.

Tavecchio

Ecco le sue dichiarazioni: “E’ una questione di competenze. Se in un protocollo c’è scritto che l’autorità locale e statale può intervenire (in questo caso nel proibire la partenza degli azzurri verso il Piemonte), credo che il Napoli non abbia sbagliato proprio niente. L’Asl ha fatto probabilmente il suo dovere, ha evitato una catastrofe. Non dimentichiamoci che in giro c’è una pandemia. Il loro intervento è stato impeccabile, non c’erano assolutamente le condizioni di giocare. Dal mio punto di vista credo che la salute venga prima di tutto. Non si può non dire che il calcio sia stato condizionato da tutto questo, hanno perso parecchio in termine economico“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Juventus-Napoli, frecciata di Bonucci agli azzurri

Tavecchio non ha dubbi: “Il calcio deve continuare

Calcio? Deve assolutamente andare avanti, altrimenti la situazione diventa grave. Sempre per un discorso economico e anche per lo stesso paese. Gli italiani hanno bisogno di distrarsi in qualche modo ed il campionato è uno di questi motivi. Senza dimenticare il problema dei ‘Diritti Tv’: se va in crisi anche quello allora il sistema collassa“.

LEGGI ANCHE >>> Juventus-Napoli, penalità e rinvio? Si va verso una decisione

Carlo Tavecchio

Carlo Tavecchio (Getty Images)

E su Gravina: “Non voglio mettermi nei suoi panni in questo momento

Gravina? In questo momento non lo invidio. Dovrà valutare ipotesi come i play-off e i play-out. Fermare il calcio sarebbe un problema, anche per i giovani. Perché bisogna fermare il calcetto? Tutti gli altri sport, vuoi o non vuoi, sono di contatto. Non capisco perché debbano fermare questa attività che è paragonabile alla pallacanestro, pallavolo e ad altro“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Juventus-Napoli, si va verso il rinvio: c’è la data, un compromesso tra politica e calcio

 

 

 

 


Continua a leggere