Reginaldo: “La storia con Elisabetta Canalis mi ha distrutto, ero solo il suo stallone”

| 12/10/2020 14:20

Cinque stagioni in Serie A, con le maglie di Treviso, Fiorentina, Parma e Siena. Poi tanto calcio minore e ritorno in patria per Reginaldo: oggi attaccante del Catania che vuole riportare il club siciliano in Serie B a suon di reti. In Italia è ricordato anche per una storia d’amore con Elisabetta Canalis, showgirl di successo che, però, secondo Reginaldo è stata anche la causa della carriera a livelli non troppo alti.

Catania, Reginaldo racconta la storia d’amore con Elisabetta Canalis

L’attaccante brasiliano del Catania, ai microfoni di ItaSportPress ha raccontato la storia d’amore con la bella showgirl sarda.

Com’è iniziata?Ci conoscemmo a casa di Bernardo Corradi in occasione di un suo compleanno. Ognuno sapeva della conoscenza dell’altro e in quella serata di allegria scoppiò subito l’amore tra noi. E’ stata una bella storia d’amore anche se è durata pochi mesi. Decise lei di lasciarmi. Ho sbagliato con lei e non ho problemi a dire che sono stato lasciato. Sono stati sette mesi vissuti intensamente che fanno parte della mia vita, ma adesso sono felice con mia moglie Ryana”.

Calciomercato Juventus, bomba dalla Spagna: arriva anche Messi

Reginaldo: “La storia con la Canalis mi ha penalizzato nella carriera”

Il fantasista 37enne, però, non vive solo come un bel ricordo l’amore vissuto con Elisabetta Canalis. Anzi, per Reginaldo, ad oggi, quella storia è stata la “rovina” della sua carriera.

“Comunque mi fa piacere quando se ne parla della storia con Elisabetta anche se, visto il forte clamore mediatico, molto spesso si ricordano di me più per essere stato lo stallone della Canalis che un calciatore con quasi 500 presenze in Italia”.

Che rimpianti hai? “Mi ha tolto qualcosa calcisticamente perchè molti direttori sportivi mi consideravano un calciatore che pensava solo alle donne e alla bella vita. Non rinnego nulla, ci mancherebbe, ma credo proprio che la storia con la Canalis ha cambiato in negativo la mia carriera. Poi io ho dimostrato a suon di gol che non ero solo un giocatore da notti in discoteca. Ora non ci sentiamo più ma ricordo una bella storia”.

reginaldo

(www.gettyimages.it)

Potrebbero interessarti anche

Serie A, girone d’andata e poi playoff: prende forma il nuovo campionato

Calciomercato Inter, arriva Kanté a gennaio? Rottura totale con Lampard


Continua a leggere