Juventus, Ronaldo il primo a “rompere” la bolla: che scenata con la dirigenza!

| 09/10/2020 10:40

La Serie A e il Coronavirus continuano a camminare nella stessa direzione, creando scompiglio e panico nei calciatori e in tutti i tifosi. Il caso più eclatante è sicuramente rappresentato dalla gara non disputata tra Juventus e Napoli che è ancora in corso di valutazione e che ha rischiato di non vedere Cristiano Ronaldo e compagni di partecipare al ritiro delle Nazionali.

ronaldo portogallo

(www.gettyimages.it)

Coronavirus Juventus, Ronaldo il primo a rompere la bolla

I calciatori della Juventus erano stati inseriti nella cosiddetta “bolla” per evitare di entrare in contatto con eventuali positivi e non disputare la gara contro gli azzurri. Il rischio, per tutti i bianconeri, era quello di non partecipare alle gare delle proprie Nazionali e, secondo la Gazzetta dello Sport, già dopo il fischio finale di Juventus-Napoli è stata presa la prima decisione di rompere la “bolla” per essere liberi di partire. Il primo a prendere questa decisione sarebbe stato Cristiano Ronaldo che non ha voluto minimamente ascoltare il consiglio della dirigenza e dei medici bianconeri.

Juventus, svaligiata la villa di Cristiano Ronaldo

Juventus, scenata di Ronaldo negli spogliatoi

Già allo stadio, secondo la Gazzetta dello Sport, Cristiano Ronaldo si è reso protagonista di una scenata davanti ai compagni con la dirigenza. Chiedeva di poter lasciare Torino e raggiungere il ritiro del Portogallo in vista della sfida contro la Spagna. Il campione lusitano aveva già ottenuto un primo tampone negativo e per questo si sentiva al sicuro anche se, secondo il regolamento, sarebbe servito il terzo tampone negativo nella giornata di martedì per certificare la negatività assoluta al virus.

Calciomercato Juventus, colpo da 100 milioni: le ultime

juventus cristiano ronaldo

(www.gettyimages.it)

Juve, 7 calciatori “denunciati” all’ASL

La posizione di Cristiano Ronaldo, poi, è stata appoggiata anche da altri 6 calciatori: Dybala, Cuadrado, Bentancur, Danilo, Demiral e Buffon. La Juventus ha cercato, invano, di trattenerli e alla fine si è vista costretta a “denunciare” la loro partenza alla ASL di Torino. Ora, i calciatori sono sotto osservazione e rischiano di essere sanzionati con multe più o meno salate.

Potrebbero interessarti anche

Milan, infortunio Romagnoli: le condizioni in vista del derby

Calciomercato Inter, Brozovic serve ancora? La sua posizione


Continua a leggere