Serie A, Spadafora e Gravina: “Protocollo non cambia, l’ASL può intervenire “

| 05/10/2020 20:50

Poco fa il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha rilasciato delle importanti dichiarazioni subito dopo l’incontro con il numero uno della Figc, Gabriele Gravina, il quale ha anch’egli commentato la vicenda.

Il Ministro Spadafora: “Bisogna adottare un atteggiamento prudente

Ecco le dichiarazioni del Ministro Spadafora: “Ad oggi sicuramente il protocollo in vigore credo sia ancora quello giusto da tenere e da adottare e che va chiaramente rispettato da tutti con il massimo rigore. Questo mi sembra sia l’appello più importante che mi sento di fare in questo momento a tutti quanti. Detto questo è ovvio che siamo in una situazione particolare, anche quest’anno. Varrà per tutti, soprattutto per la scuola. Vale per tutte le altre industrie del Paese e vale anche per una industria importante come quella del calcio: cioè sapere che siamo di fronte a delle settimane e dei mesi dove dovremmo avere anche la capacità di cambiare e di adattare le nostre scelte in base a quello che succederà. Per cui la prudenza in questo caso è la stessa che noi come Governo e la stessa Figc abbiamo avuto per consentire al campionato recente di chiudere nel modo migliore e a questo di ripartire”.

spadafora

(www.gettyimages.it)

Dobbiamo continuare ad avere un atteggiamento prudente anche nei prossimi giorni fino a quando tutto ciò non sarà finito. Se tutti quanti si atterranno alle regole rigide del protocollo, fino a quando la situazione sarà ancora questa, possiamo uscirne. In certi casi particolari, è autorizzato l’intervento dell’ASL. Poi se la situazione sanitaria dovesse cambiare ovviamente noi come Governo siamo pronti a fare la nostra parte per fare in modo che sempre il principio del rispetto della salute e della tutela della saluta vado sopra ad ogni altra cosa. Bisogna evitare un altro caso Juventus-Napoli e credo che questo protocollo sia sufficientemente chiaro. Ripeto, deve essere applicato da tutti“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Serie A, stop al campionato: arriva l’annuncio di Spadafora

Parola anche a Gravina: “Protocollo giusto, ma chi sbaglia paga”

Queste invece le parole del numero uno della Figc: “Questo protocollo lo abbiamo voluto e lo abbiamo difeso. Se tutti noi abbiamo a cuore la salute e rispettiamo questo protocollo, allora possiamo restare tranquilli. Il campionato può continuare in modo regolare. Ovviamente se dovesse esserci qualcuno che non dovesse rispettare ciò pagherà le conseguenze“.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, Spadafora: “Preoccupato dalle condizioni sanitarie”. Si rischia lo stop?

serie a gravina

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Serie A, Spadafora: “Tamponi solo 48 ore prima della partita”

 

 


Continua a leggere