Roma: Fonseca salva la panchina, niente Allegri

| 28/09/2020 10:00

Roma, ora Fonseca è salvo? Niente esonero per il tecnico portoghese e l’ombra di Massimiliano Allegri si allontana.

Notizie AS Roma: Allegri più lontano

Massimiliano Allegri non siederà sulla panchina della Roma, per ora. Secondo quanto riportato da TS, dopo il risultato di ieri sera contro la Juventus, la panchina di Paulo Fonseca almeno per il momento dovrebbe essere salva.

La partita di ieri, infatti, poteva essere quella della verità per Fonseca ed il portoghese l’ha superata. Perché se è vero che il 2-2 la Roma lo subisce in superiorità numerica, la prova offerta dai giallorossi è servita a spazzare via anche la partita di Verona e, di conseguenza, anche lo spettro di Allegri.allegri

Roma, per ora Allegri è una suggestione

Il nome si Allegri, infatti, ad oggi rischia di restare una mera suggestione, a patto che non si siano altri tracolli. E non perché non ci siano stati contatti con il tecnico toscano per capire come la pensava sulla rosa giallorossa e su quello che eventualmente avrebbe voluto per firmare, ma la Roma ha deciso di continuare su questa via.

Il motivo? Quello principale è che i Friedkin – per ora – non hanno intenzione di cambiare. La Roma, infatti, per una questione economica non vorrebbe forzare la mano. La società ha trovato contratti ancora in essere (Petrachi), pendenze del club, mancati introiti e tanto altro.

Pagare anche il tecnico portoghese, che non ha fatto nemmeno così male, sarebbe un suicidio  dopo che Dzeko è rimasto con i suoi 15 milioni lordi.allegri

Roma, un risultato che fa morale

Impossibile cambiare ora e allontanare Fonseca. Allegri, infatti, arriverebbe e mercato chiuso a meno di ribaltoni immediati. Ma dopo il 2-2 di ieri sera che senso avrebbe?:

«Ho totale fiducia nella società, con il nuovo presidente parliamo quotidianamente, stiamo facendo il bene della squadra. La cessione di Dzeko? Era una situazione che avevamo in mente tutti insieme per diversi motivi ma non è arrivata». 

Dunque nella capitale resta un gruppo unito, compatto, intorno alla figura del tecnico che piace molto ai calciatori. La rosa, molto probabilmente, non è da primo posto ma in ogni caso in grado di lottare per arrivare nelle prime 4 posizioni anche se Juve, Inter e Napoli sembrano oggi avere qualcosa in più.inter conte allegri


Continua a leggere