Crotone, Stroppa: “Dubbio sul rigore per il Milan. Mercato? Servono innesti”

| 27/09/2020 21:00

Il Crotone di Giovanni Stroppa ha perso la seconda partita consecutiva: dopo il ko netto contro il Genoa a Marassi, questa sera è arrivata la sconfitta interna contro il Milan.

milan

(www.gettyimages.it)

Crotone, Stroppa: “Soddisfatto della prestazione”

Al termine del match contro il Milan, Giovanni Stroppa ha analizzato la seconda sconfitta consecutiva ai microfoni di Sky Sport.

L’unica considerazione da fare è che c’era una mano di Rebic quando è stato fischiato rigore per il Milan. Noi siamo stati poco bravi a lavorare su quel pallone. Poi ho visto una buona reazione ma non era semplice con il Milan. La squadra sta comunque crescendo bene. Ci prendiamo questo tempo per amalgamare la rosa come fosse rodaggio“.

Soddisfatto della prestazione?Non è il Milan che ci deve dare la serenità di avere punti, ma ho visto la prestazione. I rossoneri sono superiori dal punto di vista qualitativo, forse potevamo fare qualcosa in più a livello caratteriale. L’idea è comunque quella di essere sempre propositivi sebbene alcune squadre ti obblighino a una fase difensiva”.

CLICCA QUI PER LEGGERE LA SINTESI DI CROTONE-MILAN

milan crotone

(www.gettyimages.it)

Crotonte, Stroppa: “Vedremo se il mercato ci darà qualche opportunità”

Mercato?Nei numeri possiamo completare la rosa ed è un qualcosa di fondamentale. Vedremo se sarà possibile rinforzarci con qualche colpo interessante sino alla fine. Dalla sosta in poi mi auguro di avere tutti a disposizione per poi poter lavorare con un gruppo definitivo. Ci sono tanti nomi in ballo, a noi servono giocatori forti tecnicamente e che abbiano la personalità di cercare l’uno contro uno. Il direttore sa cosa cerco, in difesa ho bisogno di un paio di calciatori di qualità”.

crotone

(www.gettyimages.it)

Stroppa: “Non sono preoccupato, cerchiamo di fare il nostro meglio”

Preoccupazione per la classifica?Non sono preoccupato, lo ero prima, quando non avevo la cartina di tornasole del valore della squadra. Il nostro precampionato lo dobbiamo fare mentre giochiamo anche perché incontreremo le prime cinque dello scorso campionato. Sfide che probabilmente non faranno classifica. In questo periodo cercheremo di limitare i danni e amalgamare la squadra“.


Continua a leggere