Milan, Pioli: “Ibra? Lo abbiamo saputo strada facendo”

| 24/09/2020 23:03

Stefano Pioli, tecnico del Milan, ha parlato nel corso di un’intervista concessa a DAZN dopo la gara di Europa League:

milan pioli

(www.gettyimages.it)

 

Le parole di Pioli

“Abbiamo sofferto perchè queste partite sono complicate. Loro erano molto veloci, non perdevano da 20 partite ufficiali. Siamo stati bravi a stare nella partita, a non disunirci dopo il vantaggio loro. Potevamo gestire meglio il doppio vantaggio. Poi hanno segnato ed il finale è stato complicato”.

Calo?

“Siamo obiettivi, siamo solo ad inizio anno, la terza partita ufficiale che giochiamo, ogni tre giorni. Tecnicamente potevamo giocare una partita migliore, abbiamo sbagliato tanti passaggi semplici. Ma non perché mancava un centravanti. Alla fine abbiamo anche avuto occasioni per chiudere la gara”.

Hakan Calhanoglu?

“Ci sono tanti meriti in questa vittoria, Hakan è un giocatore di qualità, generoso, disponibile, lavora per la squadra. Difficile pretendere da un giocatore ogni volta due gol e qualità. Io credo che possa fare partite del genere, ha le qualità per essere un punto di riferimento per questa squadra”.

 Zlatan Ibrahimovic

“La notizia è arrivata in mattinata, mentre eravamo in campo. Lo abbiamo sostituito con un giocatore diverso, come anagrafe e caratteristiche. Ma abbiamo rispettato il nostro credo. Abbiamo creato tanto, ma siamo stati meno compatti del solito. Abbiamo fatto la partita”. 

Pioli su Lorenzo Colombo

“Era molto emozionato, e si è visto. Ha solo 18 anni ed è stato chiamato a giocare da titolare in una gara secca, con delle responsabilità. Ragazzo eccezionale, molto giovane ma con la testa sulle spalle. Ha voglia di migliorarsi e lavorare. Non è così scontato al giorno di oggi trovare un ragazzo con questo spessore umano”.

 


Continua a leggere