Serie A, Spadafora apre gli stadi a più di 1000 persone

| 22/09/2020 16:00

Il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha annunciato grandi novità per tutti gli impianti sportivi che saranno aperti ai tifosi.

serie a in chiaro

Spadafor annuncia: “Obiettivo riaprire tutti gli impianti sportivi

Ecco le dichiarazioni di Spadafora: “Il nostro obiettivo, da ora fino al 7 ottobre giorno in cui verrà annunciato il nuovo Dpcm, è quello di riaprire gli impianti sportivi in progressione per tutte le competizioni. Con il Comitato Tecnico Scientifico abbiamo deciso di non proseguire con un numero minimo di spettatori per tutti i tipi di manifestazione. Dobbiamo consentire l’ingresso di un certo numero di persone e, ovviamente, far rispettare loro le norme, il distanziamento e la gestione dei flussi. Abbiamo attraversato dei mesi durissimi, il nostro auspicio è quello di andare avanti mantenendo la stessa attenzione che abbiamo adottato nel periodo del lockdown. Mi rendo conto che senza tifosi è come se mancasse un pezzo fondamentale del match. Per questo, ribadisco, la presenza del pubblico è un fattore importantissimo. Purtroppo oltre le 1000 persone non abbiamo potuto aumentare perché stiamo vivendo ancora una fase complicata, ma si tratta comunque di un notevole passo in avanti. Ed è una notizia importantissima per le serie minori che vivono, appunto, di biglietteria“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Serie A, stadi aperti ovunque: decisione dal Governo

Ancora Spadafora: “Abbiamo tempo fino al 30 novembre per l’approvazione della legge

Insieme a Sport e Salute stiamo lavorando su un piano nazionale unico per il rilancio. Bisogna promuovere e valorizzare lo sport di base. Affinché questa Legge di riforma dello sport venga approvata, abbiamo tempo fino al 30 novembre. Stiamo svolgendo un lavoro complesso. Credo sia arrivato il momento di fare una sintesi e di prenderci le nostre responsabilità. Considerando, inoltre, che non esiste una riforma perfetta e che non venga condivisa al 100%“.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, tifosi negli stadi: riunione con Spadafora, Speranza e le Regioni

serie a stadi aperti

Il sostegno del ministro: “Bisogna aiutare chi ha avuto maggiori danni a causa del Covid

Serve un coordinamento con tutti gli organismi sportivi, le federazioni e gli enti di promozione. Le risorse dal gettito fiscale non devono essere destinate a tutti gli organismi sportivi, ma bisogna aiutare senza dubbio chi ha avuto seri danni a causa del Covid. Sia Sport che Salute devono orientarsi sullo sport di base“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Serie A, Spadafora: “Ok far entrare 1000 persone negli impianti sportivi”

 

 


Continua a leggere