Psg nei guai: chiesti più di due anni di carcere per Al-Khelaifi

| 22/09/2020 18:39

Si è aperto un altro scenario per quanto riguarda il “Processo FIFA“: sono stati chiesti 28 mesi di carcere per il patron del Paris Saint Germain, Nasser Al-Khelaifi. Non è stato indagato solamente il ricco sceicco, ma altre due persone.

(www.gettyimages.it)

“Processo FIFA”, chiesti 28 mesi di carcere per Al-Khelaifi

Si riapre il “Processo FIFA” per quanto riguarda le irregolarità nei diritti televisivi che si sta svolgendo in Svizzera. Il PM avrebbe chiesto tre anni di carcere per Jerome Valcke (ex segretario generale della FIFA) e 28 mesi per il presidente del Paris Saint Germain, Nasser Al-Khelaifi. Quest’ultimo è stato messo sotto accusa perché “mostrava disprezzo per le regole etiche del calcio e verso le istituzioni giudiziarie svizzere”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> PSG, Neymar dopo il ko contro il Marsiglia: “Ho sbagliato, ma Alvaro…”

Ripercorriamo la vicenda…

A fine febbraio di quest’anno, prima dell’inizio della pandemia da Coronavirus, il numero uno dei parigini era stato messo sotto accusa per “istigazione qualificata all’amministrazione in malafede”, commessa proprio da Jerome Valcke. Quest’ultimo avrebbe ricevuto dal patron del PSG dei vantaggi indebiti. Il tutto per l’assegnazione dei diritti tv per i Mondiali e per la Confederations Cup. A rivelare ciò fu il quotidiano francese ‘France Football’. All’ex segretario sarebbe stato dato un acconto di quasi 500mila euro, da terzi, per una villa in Sardegna. Che proprio Al-Khelaifi avrebbe acquistato per conto di Valcke. Sempre quest’ultimo avrebbe ricevuto dallo sceicco il diritto esclusivo di stare nella villa per quasi due anni (18 mesi) e quindi fino alla sospensione della FIFA. Così avrebbe evitato di pagare la prigione per una cifra che si aggira tra i 900mila e 1,8 milioni di euro.

LEGGI ANCHE >>> PSG, Allegri è il primo nome per la panchina: Tuchel in bilico

(www.gettyimages.it)

Ci sarebbe anche una terza persona nei guai

Si tratterebbe di un uomo d’affari greco. Il nome non è stato svelato. Anche lui rischia il carcere: il PM lo ha condannato per 30 mesi. Anche lui è stato condannato per istigazione all’amministrazione in mala fede e corruzione. Brutta storia per Valcke che, dopo essere stato silurato dai vertici del calcio non è riuscito a trovare lavoro ed è caduto in depressione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Calciomercato Napoli, il PSG accelera per Koulibaly: addio vicino

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, Koulibaly e non solo: doppio colpo del PSG

 


Continua a leggere